Utente 874XXX
Gentili dottori,
per lavoro vivo in un posto molto caldo sono rientrato in Italia per 15 giorni subendo uno sbalzo di temperatura fortissimo, dopo una settimana ho avuto nausea e mal di stomaco accompagnato da lieve febbre e arrossamento della gola con le 2 ghiandole (linfonodi) leggermente gonfi. Analisi sangue tutto nella regola eccetto 23 di ves. Torno dove lavoro e mi aumenta sempre più il dolore al collo in generale mi faccio controllare (non nego paura altre malattie anzi hiv dovuto ad errori di un mese e mezzo fa) ma nn si tratta di linfonodi ma mi dicolo dei muscoli del collo nel frattempo prendo x 6 giorni lo zimox 1g 3 volte al dì. La gola è lievemente migliorata ma nn mi è passato, ora sono raffreddato e con una lieve sinusite (di cui in genere soffro) i muscoli del collo mi fanno sempre male. Mi sono fatto già vedere 3 volte da medici ed ho fatto controlli linfonodi, HIV antigiene p24 (prima dopo 15 giorni poi dopo 35), e analisi specifiche ma sembra che tutto per il momento sia nella norma. Visto che molti medici mi dicono di non fissarmi con l'hiv che mi sto psicologicamente ammalando e che nn ho alcun sintomo che riconduca all'hiv vorrei sapere se questo mio malessere (attualmente accompagnato anche a dolore intercostale lato sx) ha una motivazione e cosa posso controllare ancora. Ho letto che la fitta al petto può essere dovuta a forti stati d'ansia ed io lo sono tantissimo anzi sono notti che non dormo per dirla tutta e prendo del minias per dormire un pò. La cosa che mi ha spaventato è che avevo notato un calo di peso ma prima cosa nn ne sono certo secondo quando subisco forti stress come quello che sto vivendo ora tendo a perder peso. Vi prego aiutatemi a dormire sereno a cosa posso ricondurre questi sintomi? come posso curarmi? è normale che l'antibiotico abbia agito poco? i miei muscoli del collo così stressati? (in particolare il muscolo che dall'orecchi passa dietro il muscolo principale mi fa male...ho pensato ache ai denti) Aiutatemi altrimenti ffinisco in psichiatria...
[#1] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
leggendo attentamente ciò che Lei ha scritto io penso che tutto ciò abbia a che fare con un'infezione virale: l'effetto benefico dello Zimox è probabilmente da ricondurre al fatto che vi era una compartecipazione di un'infezione batterica, ma esso non ha effetto sui virus.
Ne ha parlato con il Suo medico? Potrebbe trattarsi di un virus erpetico tipo virus della mononucleosi e/o cytomegavolirus che hanno affinità anche per i nervi e i muscoli. Ne riparli con il Suo medico e si facci segnare gli esami per verificare tali infezioni.
Anche la masticazione ci può entrare ma escluderei prima le infezioni di cui sopra
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 874XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottoressa, grazie per la risposta ma nn le nego che mi sento di morire anche perchè sono all'estero ed ho una paura tremenda dell'HIV.
Lei cosa può dirmi di più riguardanti i miei sintomi?
[#3] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
i Suo sintomi sono generici e da riportare ad infezione virale così come la VES a 23 indica un processo infiammatorio. Non pensi necessariamente all'HIV. Fra quei virus a cui Le ho accennato il Cytomegalovirus è molto probabile.
[#4] dopo  
Utente 874XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dott.ssa,
grazie per la risposta, quando ho ripetuto gli esami circa 3 giorni fa la mia VEs era rientrata nei valori della norma come tutto il resto. Solo che ora il dubbio che mi pongo è che ho un leggero dolore all'ascella che mi fa pensare ad un linfonodo che farò controllare e un pò di fastidio a sinistra dove diciamo dovrebbe esserci la milza (ma non sono medico e non voglio farmi autodiagnosi. Lei cosa mi può dire?
GRazie
[#5] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
se c'è stata un'infezione che si sta risolvendo o si è risolta è molto plausibile che si sia infiammato un linfonodo che diventa palpabile, perchè è nel linfonodo che si svolge la "battaglia" fra sistema immunitario ed agente infettivo e la milza ne è altrettanto coinvolta per cui si faccia controllare con un'ecografia ai linfonodi ascellari e addominale.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 874XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott.ssa,
spero mi risponda quanto prima perchè ormai sono in un incubo da cui nn riesco + ad uscire sto letteralmente impazzendo!
Ho fatto visite in una clinica locale dove dicano siano molto bravi sembra che i valori dei linfociti e ves siano tutti nella norma
WBC: 8,3 (4-10)
Lymph: 2,1 (0,8-4)
MID: 0,8 (0,1-0,9)
Gran: 5,4 (2 - 7)
Hgb: 159 (110 -169)
Rbc: 4,99 (3,50 - 5,50)
Platelets: 198 (100 -300)
MCV: 81 ( 82 - 95) ????
Mch: 31,8 ( 27 -31) ???
RDW-cv: 13,6 ( 11,5 -14,5)
RDW-sd: 40,3 (35 -56)
Mpw: 7,7 ( 7-11)
PDW: 15,5 (15-17)
PCT: 0,152 (0,108 -208)

Mi hanno controllato tutti i linfonodi (peer l'ennesima volta ma non vi è presenza degli stessi.
Secondo i mdeici ho solo tensione nervosa dai muscoli dovuta allo spavento che in effeti mi sto portando dietro ma io sono terrorizzato e non sò più cosa fare ho pensato di tornare in Italia a fare una PRC-DNA per togliermi ogni dubbio HIv e se tutto v abene dormire sereno anche perchè mi creda non dormo più mi sveglio depresso e ho sbalzi di umore fortissimi. Non ho febbre ma stanotte ho sudato e con le info che si leggono su intenet stamene mi sono svegliato che tremavo per la paura. Lei cosa mi consiglia? La prego risponda.
[#7] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
non si allarmi innanzitutto. I valori fuori della norma non hanno nessuna correlazione con le infezioni sono parametri che riguardano i globuli rossi.
Immagino che dato lo spavento e l'ansia la Sua respirazione non sia ottimale ovvero che non sia addominale, infatti il primo meccanismo che va in tilt in situazioni di ansia è proprio la respirazione e i suoi muscoli vanno in contrattura.
Provi a mettersi sdraiato: prenda aria con il naso mentre gonfia la pancia e la lasci uscire con le labbra socchiuse mentre sgonfia la pancia. Mentre respira così verifichi se Le dà più fastidio prendere aria o lasciarLa uscire. Se le dà più fastidio prendere aria la respirazione sarà:
prendo aria nessuna pausa espiro pausa di 3-5 secondi
butto fuori l'aria pausa a polmoni vuoti di 3-5 secondi
da ripetere per altre quattro volte.
Se le dà più fastidio buttare fuori l'aria la respirazione sarà:
prendo aria pausa a polmoni pieni di 3-5 secondi
butto fuori l'aria nessuna pausa. Ripetere per altre quattro volte.
Questa respirazione fa parte di un metodo di autoterapia.
E poi si faccia aiutare da uno psicologo psicoterapeuta.
Quando Le arriva qualche notizia di fronte alla quale teme subito il peggio si fermi respiri e prenda in considerazione oltre alla ipotesi più pessimistica che ce ne sono altre migliori. Sia la Sua mente a controllare il respiro e l'emozione di paura.
Mi faccia sapere
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 874XXX

Iscritto dal 2008
Perfavore ho bisogno di capire:

da gennaio ho avuto alcuni rapporti a rischio, i primi di gennaio ma solo orale attivo e passivo, a metà gennaio uno completo senza profilattico ed i primi di febbraio orale attivo e passivo (il resto ero sempre protetto) ho fatto il test compbinato di ultima gnerazzione ormai a quasi tre mesi dal primo rapporto a rischio e più di 2 del secondo risultato negativo la mia paura è il terzo (quello orale) da cui sono passati solo 25 giorni e poi ripetuto a 38 giorni circa dopo che ho fatto il test sempre combinato h1 h1 antigiene p24. I medici mi rassicurano e dicono che a parte il basso rischio di contagio i test di oggi sono già molto affidabili e che il risultato negativo è attendibile. Io ho dolori al collo alle ascelle al petto e un pò allo stomaco che non vanno via da una sett dopo l'ultimo rapporto non ho presenza di linfonodi non ho febbre ma questo dolore che per una sett non mi ha fatto dormire dai dolori al collo (muscolo tra i due primcipali del collo) inoltre sono dimagrito molto infretta.
C'è da dire che sono molto ansioso che ho cambiato nel giro di breve clima e alimentazione a causa di viaggi di lavoro. Lei cosa ne pensa? Anche secondo Lei questi miei dolori sono dovuti ad altro?
Voglio solo capire se questi persistenti dolori (non fortissimi) che appaiono a momenti alterni sono "normali" e quale causa possono avere. Ho fatto le analisi del sangue (ves ecc) tutto nella norma.
La prego mi risponda. Grazie
[#9] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ritengo che i Suoi dolori siano dovuti ad altro. Sulla causa è difficile pronunciarsi si possono fare delle ipotesi.
Riguardando gli esiti dei Suoi esami non trovo le indagini relative ai virus erpetici Virus della Mononucleosi e Cytomegalovirus a volte i Coxackie Virus A2 e A7.
Questi virus in presenza di stress e quindi ansia possono mantenersi attivi e dare dolori anche fortissimi, ma sarebbe necessario avere i risultati degli esami di cui sopra. Così come ci potrebbero essere implicati metalli pesanti e/o solventi individuabili anche con il mineralogramma del capello e con altre indagini.
Per dare un giudizio migliore con in mano i risultati degli esami indicati occorrerebbe una visita.
Aggiungerei agli esami consigliati anche quelli della Bilancia immunitaria Th1/Th2.


[#10] dopo  
Utente 874XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottoressa,
ormai è più di un mese e mezzo che il collo mi fa male in modo "anomalo" con saltuari dolori al petto ed alle asdelle, ho effettuato unecografiac che non ha riscontrato linfonodi ascellari ingranditi e neanche nel lato destro del collo ma a sinistra ven ne sono 4 molto ravvicinati di cui 2 molto grandi 24mm e 2 di circa 0,82 mm su cui ora stiamo indagando con l'ematologo con analisi più specifiche. Per i test da Lei suggeriti ho fatto Mononucleosi e Cytomegalovirus che mi hanno dato solo degli IGg quindo malattia pregressa ma con valori davvero spropositati, può essere che una delle sue si sia appena risolta e dio mi porti gli "strascichi"? Per il resto chiederò al medico che mi seegue di farmi fare gli esami da Lei suggeriti. E' strano xchè nn mi era mai accaduto allora sono impanicato e penso sempre al peggio. Ora mi fa male la gla ma è ua senssazione conìme di costrizione del collo non di dolore come quando si è raffreddati. Inoltr ho notato che la mia Porstatite che sto curando fa fatica a guarire (ho fatto 10 giorni di antibiotici) mA FORSE E PRESTO MOLTI MI DICONO CHE è UNA COSA LUNGA DA CURARE LEI CONCORDA? gRAZIE IN ANTICIPO
[#11] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
se mi scrive esattamente le IgG relative a Cytomegalovirus e Virus della Mononucleosi Le so dire se sono davvero passate o se una delle due è ancora in atto come penso che sia. Saputo questo ci sono delle terapie specifiche che ribilanciando il sistema immunitario e aumentando la sorveglianza nei confronti del virus portano a risoluzione della sintomatologia da Lei accusata.
Aspetto Sue notizie
Dott.ssa Magazzini
[#12] dopo  
Utente 874XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissima Dottoressa,
i risultati del test ricevuti in data 30/03/2010 sono:
S-Anticorpi anti Citomeglaovirus IgG 14800 mUI/ml dove valore massimo mi riporta 600

mentre gli IGM 8

S-Anticorpi anti Epstein Barr virus VCA IgG 262 U/ml valore massimo 20

S-Anticorpi anti Epstin Barr virus EBNA IgG 600 u/ml valore massimo 20

mentre Igm era 10.

Spero questi risultati le dicano qualcosa e riesca ad aiutarmi.
Grazie davvero per la gentilezza, la professionalità e l'accuratezza con cui mi sta aiutando.
Restando in attesa di gentile riscontro porgo i miei
Cordiali Saluti

[#13] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
le IgG del Cytomegalovirus così alte mi dicono che ha ampiamente superato tale infezione, mentre le IgG EBNA a 600 mi dicono che il Virus della Mononucleosi è sempre attivo. Per completamento di indagine Le indicherei il dosaggio delle IgG EA per il virus della mononucleosi, il test di Paul Bunnel Davidson, la bilancia Th1/Th2 - come precedentemente suggerito per vedere se il Suo sistema immunitario è in deficit o in stato di iperreattività.
In attesa di Suo cortese riscontro
La saluto cordialmente
[#14] dopo  
Utente 874XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott.ssa,
provvederò domani stesso ad eseguire gli esami da Lei indicati, sicuramente ci vorrà qualche giorno e le farò sapere. Nel frattempo le dico che ho fatto
Latticodidrogenasi: 411 U/l su 150 - 500
proteina c reattiva 2,02 mg/l tra 0,00 - 8,00
Cupremia 79 ug/dl tra 65 - 165
beta 2 microglobulina 1,52 mg7l tra 0,80 - 2,70
Tipizzazione immunologica Linfocitaria:

Precursori DR: 22%

Linfoidi B: CD20= 16%

Linfoidi T CD3= 78% CD4= 41% CD8= 34%

Varie: CD56=6%

Lei sa dirmi cosa dicono questi esami? Io non li capisco.
restando in attesa di riscontro Le porgo i miei
Cordiali Saluti
[#15] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
8% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
mi scuso per non averLe risposto prima.
I risultati degli esami che Lei ha eseguito significano:
il primo è un marcatore di diverse patologie sia infettive che non, compresa la mononucleosi infettiva se aumenta moderatamente;
i successivi tre sono considerati marcatori dell'infiammazione sono tutti nella norma, ma questo non significa nulla nel senso che non escludono un'infezione cronicizzata
fra gli altri quelli dei linfociti distinti in vari tipi: sono linfociti CD56 ad essere un po' bassi dovrebbero essere 15% +/- 7. Tale percentuale bassa sta ad indicare un deficit di un gruppo di cellule deputate alla distruzione di cellule infettate da virus intracellulari come è il virus della mononucleosi ( Epstein Barr) e di cellule tumorali ( ma non si allarmi non stiamo parlando di questo e quindi non pensi al peggio.
Aspetto Sue notizie
Dott.ssa Margherita Andreina Magazzini