Utente 827XXX
gentile medico,
sono un ragazzo di 25 anni, mi rivolgo a lei implorandole di dedicarmi qualche minuto del suo tempo. 6gg fa sono stato con una ragazza di malaffare, è stato un vero sbaglio, lo riconosco. lei mi ha praticato un rapporto orale protetto che poi è terminato con una penetrazione sempre protetta (il tutto per non più di 10 minuti).al termine ho sfilato il condom con un fazzoletto di carta.
già il giorno stesso ho cominciato ad accusare del prurito generalizzato su diverse parti del corpo ed ho notato la formazione di piccoli ponfi pruriginosi che scomparivano dopo circa un paio d'ore. a distanza di 2 gg ho cominciato ad accusare dei dolri articolari ed ai muscoli delle gambe e delle braccia ed una lieve febbre pomeridiana (dalle 12-alle 17) max 37.5.
ad oggi, che sono passati 6gg dall'evento, il purito si è attenuato un po, mentre permangono gli altri sintomi.
premetto ancora che non è la prima volta che mi si presenta una sintomatologia simile (febbre +dolori aticolari e muscolari ma senza prurito) e negli altri casi non avevo alcuna ragione di temere hiv.
ora, visto che non posso essere sicuro al 100% che il condom durante il rapporto non si sia rotto, anche se non mi pè parso, le volevo chiedere se la mia sintomatologia potrebbe essere ascrivibile ad un'infezione da hiv.
soprattutto le chiedo se i sintomi di tale infezione possono manifestarsi già così presto?(prurito ed eruzioni cutanee già il giorno stesso e dolori muscolo scheletrici e febbre già dopo 3 gg). mi è parso di leggere che necessitano almeno di una settimana di decorso ma le chiedo di spendere anche solo due parole sulla mia situazione visto che sono un ragazzo molto ansioso e la preoccupaione mi sta veramente uccidendo.
mi consiglia di eseguire il test ?
un grazie di cuore per la risposta che avrà la clemenza di darmi.
ancora grazie
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, quello che lei riferisce non può essere attribuito ad una infezione da HIV. Troppo poco il tempo. E poi lei ha usato le precauzioni necessarie anche in questi casi.
La sintomatologia pruriginosa cutanea fa pensare più ad una reazione allergica (al lattice del condom?) che ad una correlazione con l'evento.
Non si può negarle di eseguire un test, ma questo può farlo più avanti (se ritiene che nell'ultimo anno non abbia avuto precedentemente altri comportamenti a rischio) e ripeterlo poi a distanza di 6 mesi.
saluti
[#2] dopo  
Utente 827XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore, la ringrazio di cuore della sua risposta. Se non è troppo disturbo approfitto per chiederle un ultimo chiarimento: visto che lei mi dice che i miei sintomi presentatisi già a distanza di 3gg dall'evento non sono ascrivibili a Hiv, quanto passa di solito tra l'evento e tale sintomatologia? rigurado al test, dato che l'unico compartamento di cui temo è quello che le ho già illustato nella richiesta di consulto, lo ritiene necessario oppure visto che la sintomatologia esposta, come mi ha già detto sopra, presentatasi così presto non può essere ascrivibile al virus, e non è la prima volta che in questi anni soffro di sintomi simili, potrei anche non farlo e essere comunque sicuro?
sicuramente i miei quesiti le sembreranno stupidi ma le assicuro che sono dettati da uno stato di ansia psicologica veramente importante.
grazie infinite