Utente 719XXX
buona sera
da qualche mese io e mio marito stiamo provando ad avere un figlio, il secondo.
oggi è arrivato l'esito delle spermiogramma e non riesco a capire se i valori sono buoni o se ci sono problemi.

VOLUME 3.7
FLUIDIFICAZIONE A 60 MIN. COMPLETA
PH 7.4
CONCENTRAZIONE DI SPERMATOZOI
NUM. SPERMATOZOI 36 MILIONI
NUM.TOT. SPERMATOZOI 133 MILIONI
MOTILITA'
TOTALE 50%
RAPIDAMENTE PROGRESSIVA 42%
LENTAMENTE PROGRESSIVA 5%
NON PROGRESSIVA 3%
VITALITA'
TEST ALL'EOSINA 62%
MORGOLOGIA DEGLI SPERMATOZOI
FORME TIPICHE 36%
ANOMALIE DELLA TESTA 40%
ANOMALIE DEL TRATTO INTERMEDIO 22%
ANOMALIE DEL FLAGELLO 2%
ESAME MICROSCOPICO
AGGLUTINAZIONI: ALCUNE
CELLULE ROTONDE: RARE
LEUCOCITI <1
ANTICORPI ANTI SPERMATOZOI 1:200

Alcuni valori mi preoccupano (tipo anomalie della testa e la motilità)
aspetto vostre indicazioni
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice,

il primo passo che dovete ora fare è ripetere un esame del liquido seminale attendibile.

Una morfologia al 36% non è un dato attendibile.

Fatto l'esame in una struttura aggiornata e che segua le indicazioni recenti, date dall'OMS, poi dovrete consultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana; sarà lui poi che, valutata attentamente la situazione clinica complessiva di suo marito, le indicherà le indagini diagnostiche mirate da fare.

Tanto per darle comunque delle indicazioni sul valore della morfologia al 36% le ricordo che dal 1999, dati confermati poi nel 2003, l'OMS ha posto criteri molto ristretti e per questo dato la normalità, posta prima a più del 50%, è scesa al 14-15%.

In sostanza con gli attuali criteri di valutazione del liquido seminale difficilmente si riscontra una normalità morfologica superiore al 20%.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 719XXX

Iscritto dal 2008
Ma secondo lei l'esito è preoccupante?
questi risultato devono farmi pensare che avremo problemi ad avere il secondo figlio?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

esclusa la morfologia, come dato poco attendibile, quello che possiamo dirle è che vi è una modesta riduzione della motilità degli spermatozoi di suo marito.

Niente che possa, di per sè, escludere una seconda gravidanza.

Detto questo poi, senza tergiversare oltre, consulti un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 719XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazia vivamente, sono un pò più tranquilla. Contatterò subito un andrologo per un consulto.
Grazie della disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

ci tenga comunque aggiornati sui suoi futuri passi per capire l'attuale situazione clinica di suo marito, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 719XXX

Iscritto dal 2008
buona sera
ho fatto vedere gli esami miei e di mio marito sia al mio medico di base che al mio ginecologo. Entambi dicono che la situazione di mio marito non è preoccupante, non tanto da far pensare che non potrebbe esserci una seconda gravidanza.
Il mio ginecologo mi ha detto di provare serenamente ad avere il secondo figlio, ha consigliato a mio marito di prendere la bioarginina; dice che se entro giugno non dovessi essere incinta ripeteremo gli esami, magari facendo indagini più specifiche.
speriamo bene
Grazie delle risposte fornitemi e con l'occasione Buona Pasqua
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

purtroppo rimaniamo dell'idea che solo una attenta valutazione andrologica permetterà di dire quale è la reale situazione clinica di suo marito.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=81909

Un cordiale saluto.