Utente 337XXX
Salve sono un ragazzo di 19 ho iniziato da circa tre mesi ad avere rapporti sessuali completi. Mi sono accorto con grande discpiacere di non durare molto anzi quasi per niente, a parte in un paio di occosioni dopo aver avuto una già eiaculazione riuscivo a "durare" un po di più, anche perchè l'erezione successiva non era molto consistente.
Mi sono accorto di avere sulla base del glande delle bollicine bianche rialzate simili a brufoli, ma anche sul glande specialmente quando è "eccitato" sono presenti piccole bollicine o macchioline rosse, infine quando il pene e rilassato la pelle nn riesce a ricroprire tutto il glande.
Questi fattori potrebbero comportarmi a una eiaculazione precoce? grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
intanto non deve lasciarsi prendere da eccessiva ansia o preoccupazione. Siamo al "debutto" della Sua, Le auguro lunga e felice, vita sessuale. Troppo presto per dare peso ai tempi ed alla modalità dell'eiaculazione. Lei si trova in una nuova fase di assoluta sperimentazione e scoperta. Detto questo, ed anche in funzione del quadro che descrive a carico della mucosa del glande, Le consiglio una visita dal Suo medico di famiglia, per decidere insieme a lui il da farsi. Potrebbe essere sufficiciente una visita Andrologica, e sarebbe il momento ideale, oppure necessaria anche quella Dermatologica.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Ritengo che le due problematiche siano distinte e vadano inquadrate e trattate distintamente.
Potrebbe avere una infezionegenitale chiamata candidosi e questa va confermata clinicamente con una visita urologica.
Durante la visita urologica le verrà anche inquadrato il problema dell'eiaculazione precoce che le anticipo va approcciato sia sotto il profilo medico sia sotto il profilo psicologico.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
conocrdo con il collega che mi ha preceduto
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
fermo restando la univerasle utilità di un controllo Andrologico routinario in ogni epoca della esistenza dell'uomo, credo che un problema di sospetta candidosi del glande, con tutte le problematiche magari delle patologie sessualmente trasmesse, siano di pertinenza Dermatologica. Sarebbe come inviare dal Cardiologo un paziente che presenta una foruncolosi sulla cute della parete toracica anteriore sinistra.
Affettuosi saluti.
ProF. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le risposte!!!
ma avrei un'altra domanda...
nel caso fesse candidosi presenta fastidi o problemi percettibili e posso averla attacata alla mia compagna?
[#6] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
per risponderLe è indispensabile una visita urologica.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
esistono Colleghi specialisti in Dermatologia e Venereologia proprio per rispondere a domande come la Sua. La risposta è ovviamente affermativa.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2007
vi ringrazio ancora...
ma vi faccio un ultima domanda, almeno spero!!
ultimamente l'erezione non consistente come prima e sempre un po, come dire mosciarello... non sto a raccontarvi il mio stato d'animo riguardante questo argomento che è pessimo!!!
Grazie ancora!
[#9] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2007
vi ringrazio ancora...
ma vi faccio un ultima domanda, almeno spero!!
ultimamente l'erezione non consistente come prima e sempre un po, come dire mosciarello... non sto a raccontarvi il mio stato d'animo riguardante questo argomento che è pessimo!!!
Grazie ancora!
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
ho la sensazione che , accanto a problematiche di sicura pertinenza andrologica o dermatologica, stiano subbentrando una serie di fattori ansiosi con accenni di tipo depressivo di chiara natura psicologica. Il mio consiglio , molto vicino a quello già ribadito dai colleghi che mi hanno preceduto, è di consultare il proprio medico di medicina generale che , valutato sul campo il suo problema ,potrà poi decidere a quale collega indirizzarla.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#11] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
credo che procedere per gradi, risolvendo un problema alla volta, sia la decisione migliore possibile. Il fatto che Lei non sia del tutto soddisfatto del tenore della Sua erezione potrebbe, starei per dire che ne sono sicuro, essere solo un problema temporaneo e contingente. Ci faccia sapere l'evoluzione della Sua storia clinica.
Affettuosi saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#12] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sarei daccordo nell'eseguire una visita andrologica dove poter chiarire i dubbi che ha e soprattutto tranquillizzarla
[#13] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non torniamo indietro.
Abbiamo già chiarito questo punto. Affettuosi saluti.
ProF. Giovanni MARTINO