Utente 135XXX
Mi sono sottoposto ad un Ecocolor Doppler TSA alle arterie del collo su consiglio del medico in quanto, ad una precedente RM, mi si erano evidenziati "Segni di sofferenza ischemica cronica dela sostanza bianca profonda degli emisferi cerebrali". L'esito del doppler ha evidenziato un "Ateroma disomogeneo di circa 1,5-2 mm di spessore a livello della biforcazione-imbocco carotide interna dx. Modesto ispessimento intimale intimale si rileva diffusamente lungo tutti gli assi carotidei". Nessuna lesione steno-occlusiva degli assi carotidei extra cranici; nella norma l'emodinamica delle arterie vertebrali. Premetto che sono un soggetto di 59 anni, maschio, con problemi diabetologici (l'ultima glicata era al 6,7%) e di colesterolo; prima di intraprendere una terapia con statine (da circa 3 mesi) aveva 286 Tot., 69 HDL, 195 LDL e 104 trigliceridi. Valori che si sono ora modificati in: 206 Tot., 50 HDL, 137 LDL e 90 trigliceridi. Vorrei sapere a quali rischi vado incontro; mi è stato consigliato di ripetere il doppler tra un anno. Non è che sia troppo distante ccome tempistica?
[#1] dopo  
Dr. Massimiliano Zaramella
24% attività
8% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

generalmente in presenza di una placca carotidea se ne quantifica la percentuale di stenosiche determina rispettoa al lume del vaso, nel suo caso si parla di uno spessore di 2 mm che sembrerebbe non emodinamicamente significativo.
Concordo con il consiglio di ripetere periodicamente il duplex TSA e si consigli con il suo medico di base sull'opportunità di iniziare una terapia antiaggregante piastrinica.
cordiali saluti,

massimiliano zaramella