Utente 150XXX
Buonasera. Sono un ragazzo della provincia di parma, documentandomi su Internet ho capito di avere una malformazione al mio pene, una fimosi serrata. Ora che devo fare? Cosa comporta avere la fimosi? In termini di dimensioni questo mi svantaggia? Se si, dopo una eventuale operazione le dimensioni potrebbero aumentare?

Certo di una risposta vi ringrazio per il servizio che fornite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente come prima cosa va data una diagnosi certa di fimosi tramite visita urologica, se è confermata va eseguito l'intervento di circoncisione.
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della risposta. Stamane ho appurato con una visita dal medico curante che si trattava di fimosi serrata. Ora posso sfruttare ancora una volta la sua gentilezza chiedendole di rispondere anche alle altre domande? Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

nessuna correlazione diretta tra presenza di una fimosi e le dimensione del pene e lo stesso discorso vale per l'eventuale intervento di circoncisione.

Poi ulteriori informazioni su queto tema chirurgico può trovarle nell'approfondimento del collega Maio:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220.

Ancora se desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Infine, se desidera avere più informazioni sulle dimensioni del pene, può consultare l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=95069

Un cordiale saluto.