Utente 108XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 21 anni. Da dicembre mi ritrovo il viso ricoperto di peluria (soprattutto sotto il mento e vicino alle basette) e acne (concentrata sempre in quella zona e anche un po’ nelle guance). Sembra che la situazione stia peggiorando di giorno in giorno, e che peli e puntine si stiano propagando a tutto il viso. Va detto che per gli stessi motivi due anni fa ho utilizzato, sotto consiglio di un ginecologo, la pillola Lucille per 6 mesi, ma non ha avuto alcun effetto. Negli esami al sangue che ho effettuato con lo stesso, sempre due anni fa, controllando lo stato ormonale, non c’era niente di rilevante (a parte l’androstenedione un po’ alto, a 3.0). Ho consultato anche svariati dermatologi, ma è stata solo una perdita di tempo e denaro, infatti il mio medico di base è convinto che si tratti di qualcosa di interno, come un ovario policistico. Ma ora che ho fatto un’ecografia pelvica, è stato riscontrata solo una leggera infiammazione alla tuba, da curare con Pelvilen 200mg. Quanto alla peluria, la ginecologa mi ha prescritto Vaniqa crema. Per le puntine, sto usando la crema Niac, ma non con molti risultati.
La mia domanda è: ritenete si tratti di un problema interno o superficiale? questi medicinali potrebbero risolvere la mia situazione? E’ il caso di rivolgersi a qualche altro specialista, come l’endocrinologo?
Se può essere utile, ho notato che la mia situazione è degenerata da quando (dicembre) ho fatto alcune sedute laser (da sempre fatte ma questa volta presso un nuovo dermatologo, anzi un’ assistente peraltro non so se specializzata) per ridurre i peli in viso.
Spero davvero possiate darmi una mano, perché non riesco a capacitarmi di come possa avere la faccia deturpata, pur adottando un’alimentazione abbastanza sana, essendo magra (1.65 per 55 kg) e molto sportiva, e non avendo mai sofferto di acne nell’adolescenza.
Confido in una Vostra risposta. Grazie per l’attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
da tutto ciò che lei dice, direi che balza agli occhi che il problema dovrebbe, a regola, essere di tipo ormonale. Purtroppo moltissimi pur ottimi gunecologi, quando si tratta di endocrinologia ginecologica, non sanno bene come comportarsi o chiedono esami sbagliati e nel momento sbagliato del ciclo mestruale, tanto da non avere rscontri. L'ovaio policistico non è detto che c'entri, per esempio lei potrbbe avere un iperandrogenismo per altri motivi, anche da stress, visto che fa dieta e forse anche tanto sport. Ma sto ovviamente facendo delle illazioni, giusto per farle capire.
Il mio consiiglio sarebbe quello di effettuare una visita presso un ginecologo che si occupi di endocrinologia (basta cercare l'ambulatorio di endocrinologia ginecologica in uno dei tanti reparti universitari della sua città) e vedere di corggere le eventuali alterazioni ormonali presenti.
I peli che le sono spuntati, come saprà, non cadranno, ma nonm ne spunteranno di altri.
Infine due paroloe su Vaniqa: funziona solo dopo l'epilazioine, perchè impedisce ai peli di cresere, o meglio, li fa crescere molto molto più lentamente. Se non si è epilata, risparmi pure i soldi, perchè Vaniqa è inutile.
Per quanto riguarda poi i colleghi ermatologi che le hanno praticato laser o quant'altro, non so, io cercherei di afidarmi ad un professionista serio.

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Dottor Mocci La ringrazio per la risposta.

Come Lei mi ha suggerito ho già prenotato una visita da un endocrinologo presso l'ospedale, ma mi toccherà aspettare il 31 agosto.
Nel frattempo ho fatto, sotto cura della mia ginecologa, un ulteriore esame al sangue di tutti gli elementi sospetti (lattina, prolattina, progesterone ecc.) ma sono risultata nella norma in ognuno di essi. La ginecologa a quel punto era molto sorpresa. Visto che comunque mi ha prescritto un'altra pillola anticoncezionale, non mi sono fidata. Il mio medico di base, convinto che si tratti di qualcosa di interno, mi ha poi dato delle gocce omeopatiche (Hormeel) che però a distanza di settimane non hanno avuto effetti. Per adesso quindi non ho per niente risolto il problema, anzi, anche la fronte non ne è più immune.
Le chiedo quindi, in assenza di punti di riferimento, se è possibile che si tratti di un batterio o di qualcosa di esterno. E ancora, è sconsigliato prendere il sole?

Il problema dei peli l'ho risolto temporaneamente con una seduta laser presso un centro specializzato. Lì mi hanno detto che il loro metodo contro l'"acne" è schiacciare le puntine (ma io non ho pus) per purificare la zona. Ritiene possa essere una buona soluzione?

In attesa di una cortese risposta da parte Sua o dei Suoi colleghi, ringrazio anticipatamente.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
"Il problema dei peli l'ho risolto temporaneamente con una seduta laser presso un centro specializzato. Lì mi hanno detto che il loro metodo contro l'"acne" è schiacciare le puntine (ma io non ho pus) per purificare la zona. Ritiene possa essere una buona soluzione?"

gentile utente

Il suo centro e' specializzato in COSA ?
Spero non in medicina specilistica dermatologica!

Detto questo le indico appunto la sede specialisticqmdermatologica per chiarire da subito e con un algoritmo diagnostico terapeutico il tipomed il trading della sua acne associata ad ipetricosi.

Da li' iniziera' la sua cura specifica (farmacologica e/o strumentale, vedi come es. Luce pulsata dermatologica con manipoli specifici - utile sia per l'acne che per la peluria) poiché ad oggi l'acne si cura e con efficacia.

Caro saluti

Dott. Laino, Roma
[#4] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
"Detto questo le indico appunto la sede specialisticqmdermatologica per chiarire da subito e con un algoritmo diagnostico terapeutico il tipomed il trading della sua acne associata ad ipetricosi."

Gentile Dott. Laino, questo spezzone mi è risultato poco comprensibile. Sono di Siracusa e non conosco alcuna sede specialistica dermatologica, per la verità non credo ne esista una. Lei può indicarmene qualcuna nei pressi di Catania o Siracusa?


Allego anche i risultati dei dosaggi ormonali effettuati all'8°, 14° e 21° giorno del ciclo mestruale, in modo tale da sapere con sicurezza se vi siano o meno alterazioni e se dunque il mio problema sia effettivamente di natura ormonale.
All'8° giorno:
- LH: 1,43
- 17-Beta Estradiolo: 50,4
- FSH: 5,1
- Progesterone: 1,04
- Testosterone: 72,00

Al 14° giorno:
- Prolattinemia: 20,99
- FT3: 3,93
- FT4: 11,70
- Delta 4 Androstenedione: 1,8
- 17-Beta estradiolo: 112,3
- Deidroepiandrosterone-S: 1,3
- FSH: 7,1
- LH: 10,5
- Progesterone: 0,58

Al 21° giorno:
- 17 OH progesterone: 3,69
- LH: 9,81
- 17-Beta estradiolo: 86,9
- FSH: 3,7
- Prolattina: 17,11

In attesa di una Vostra cortese risposta, Vi ringrazio per l'attenzione.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
cara paziente,
purtroppo gli endocrinologi non sono in genere molto ferrati nelle competenze che a lei interessano. C'è invece un'ottima scuola di ginecologia endocrinologica a Catania, credo in Università. E' un centro tra i migliori in Italia, che le caldeggio.
La pulizia del viso, quando ben fatta da estetiste brave che non giochino a fare il medico (ce ne sono già troppi così)può essere utile. Le apparecchiature elettromedicali LE POSSONO USARE SOLO I MEDICI SENNò è UN REATO sancito dal codice penale!!
Lasci stare il suo medico che le dice che ha qualcosa di interno: ma cosa c'è di più interno dell'endocrinologia? Le gocce che le ha dato non meritano menzione se non perchè ci rilevano la cifra del prescrittore. Quella non è neanche omeopatia, non è niente è non conoscenza .

Saluti

Mocci