Utente 342XXX
Salve,
ho 25 anni e mi sono operato da 2 settimane per una fistola sacrococcigea e a quanto dice il mio medico sta andando tutto bene, e che il liquido che esce giallastro è normale che spurghi, e non è particolarmente maleodorante, anzi ci si deve avvicinare per sentire qualkosa... il problema è che il mio medico non sà che io in questo periodo sto facendo uso (o abuso non sò) si benzodiazepine tramite il farmaco MINIANS.Di solito prendo 2 pillole al giorno da 1mg ma può capitare che ne prenda anche di più...questo succede perchè sto passando un periodo particolarmente difficile e credo di avere qualkosa a che fare con l'inizio di una depressione che sto cercando di avitare appunto con i minians. oltre a questo faccio uso anche di droghe leggere saltuariamente come hascich o maryounana e purtroppo sono anche sotto cura con metadone avendo avuto un passato di 6 mesi da tossicodipedente.
Potete immaginare il motivo per cui non rivelo al mio medico questi "dettagli", ma ho paura che la benzodiazepine oppure la droga leggera oppure il metadone possano dar fastidio alla guarigione dato che questa fistola era particolarmente grande e cresciuta per oltre 10 anni (quindi il taglio è stato molto grande e adesso la ferita è chiusa dato che il mio medico usa il metodo di chiusira con i punti...).
Quindi chiedo a Voi, che effetto possono avere queste sostanze che prendo durante questo periodo di guarigione?
Grazie per ogni eventuale risposta.
Ciccio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Caro utente
Oltre alle controindicazioni generali,nello specifico non dovrebbero interferire con i processi di guarigione.
Salute Dr.Giuseppe D'Oriano
[#2] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2007
Ringrazio vivamente il Dr. D'Oriano per la veloce risposta. Quindi anche la lieve tachicardia che si presenta ogni volta che assumo lo benzodiazebine dovrebbe essere normale...
su un sito però ho letto che lo benzodiazepine è molto controindicato per chi è in cura con metadone come me, e anche sul foglietto illustrativo dice di nn assumere droghe o farmaci simili durante il trattamento, ma ultimamente ne faccio uso per dormire, e quindi non vorrei evitarne l'uso.
Posso quindi continuare ad assumere tranquillamente queste sostanze senza pericoli?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Caro34286
Nel mio intervento mi riferisco all'effetto di tali sostanze sui processi di guarigione della ferita chirurgica.Non ti autorizzo minimamente ad assumere benzodiazepine in associazione a droghe o altro,condividendo tutte le controindicazioni ed i consigli dei foglietti illustrativi.
Saluti Dr.Giuseppe D'Oriano
[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
L'uso di benzodiazepine insieme al metadone è sconsigliato perché si corre il rischio di depressione respiratoria. Ovviamente, se è da tempo che si assumono le benzodiazepine, a dosi crescenti, si è assufatti alla dose che si assume (siano 1 o 10 mg di MINIAS). Il rischio rimane nel caso si aumenti la dose di benzodiazepine. Inoltre usare benzodiazepine insieme al metadone significa in genere che si starebbe meglio scalando le benzodiazepine e aumentando gradualmente la dose di metadone fino al controllo soddisfacente dei sintomi per cui si assumevano le benzodiazepine. In alternativa è possibile associare una cura antidepressiva. Tutto ciò deve gestirlo uno specialista. Le ricordo inoltre che assumere per lungo tempo MINIAS produce effetti collaterali sulla memoria, sulla coordinazione motoria e sull'umore, incluso il peggioramento della depressione e anche la comparsa di un'ansia che "fluttua", sale e scende nel corso della giornata, in particolare sale quando si avvicina l'ora in cui si è abituati a prendere il MINIAS, una specie di "calo" iniziale da abitudine al MINIAS.