Utente 606XXX
Salve, ho 49 anni e all'età di 25 sono stato ricoverato con epatite virale B. Per un lungo periodo ho seguito un regime alimentare e riposo e pian piano sono tornato alla vita che facevo prima con un occhio di riguardo all'alimentazione, alcool, attivita fisica. Aparte le analisi post ricovero fatte nei successivi due anni che hanno evidenziato un ritorno alla normalità tranne che una positività del virus HBs Ag. A gennaio 2010 sono stato in pronto soccorso per colpa di un virus intestinale molto aggressivo passato in 4 giorni ma che mi ha sconvolto moltissimo. Ho fatto gli esami del sangue pensando a quanto abbia sofferto il mio fegato con i seguenti risultati del 29 gennaio 2010: Bilirubina tot=0,4;Proteine tot=7,7;AST=49;ALT=66;Gamma GT=157;S-HbsAg positivo. Con questi risultati sono stato da un epatologo il quale mi ha prescritto esami più approfonditi del sangue + ecografia addome superiore e astensione assoluta dagli alcoolici.
I risultati del 16 febbraio sono:
Gamma GT=81; AST=23; ALT=35; Ferro=81; Transferrina=240; Ferritina=227;HBV DNA quantit.=89; HBs Ag 2666,84; HBs Ab=0,25; HBc Ab=11,64; HBe Ab positivo;
Ab antiHCV 0,09 . Ecografia del 25 febbraio ha il seguente esito:
recente colica addominale, fegato dimensionalmente nei limiti di norma ad ecostruttura iper-riflettente per epatopatia cronica di tipo steatosico. non focalità d'aspetto evolutivo. colecisti distesa non contenente calcoli e vie biliari non dilatate.reperti ecografici di normalità per pancreas,reni e milza.non versamenti asciticinèidroureterofrosi.aorta addominale e vena Porta di calibro regolare. Con questi risultati dovrò ritornare dal medico il giorno 31 marzo 2010. Nel frattempo sono ansioso di avere anche un Vs. gentile parere sulla situazione. Per quanto riguarda il mio stato mi sento bene, in salute, faccio sport a livello agonistico : calcetto, bici, sci, palestra 2 volte alla sett., alimentazione leggera e un bichiere di vino a tavola (sospeso dal primo incontro con l'epatologo il quale mi ha raccomandato l'astensione assoluta). Esiste ancora una minima possibilità per sconfiggere il virus ? Devo fare altri analisi per vedere la situazione del fegato o è abbastanza chiaro?
Devo cambiare - anche se tardi - il mio stile di vita ?
Ringraziando anticipatamente aspetto i Vs. commenti.
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
C'è, comunque, il persistere del virus nel sangue come da una cronicizzazione a distanza di tanti anni. Io le consiglierei, visto che è di Milano, qualche ulteriore accertamento presso l'ospedale Sacco specializzato in materia
[#2] dopo  
Utente 606XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dottore, vorrei chiederLe gentilmente quale ulteriore accertamento potrebbe chiarire la situazione e secondo lei un trattamento potrebbe dare risultati positivi per la rigenerazione del fegato ?
[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
E' da valutare se fare una biopsia epatica, però , ripeto , sarebbe opportuno che facesse un avisita specialistica presso un centro specializzato
[#4] dopo  
Utente 606XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la Sua gentile disponibilità, La terrò informato. Cordiali saluti !