Utente 151XXX
Salve,
circa un mese fa, mio figlio di 8 anni ha cominciato a lamentare un forte dolore al testicolo sx. Il pediatra ci ha fatto correre in ospedale dove hanno ipotizzato una torsione del testicolo e lo hanno rimandato a casa con terapia a base di antibiotico, tachipirina e bentelan. Il giorno dopo ho fatto visitare il ragazzo da un pediatra privato che, a seguito di un ecodoppler, ha riscontrato un'infammazione dell'epididimio. Gli ha prescritto un diverso antibiotico e l'Antefebal e 15 giorni di riposo. Dopo una settimana dalla ripresa della vita normale, mio figlio ha ricominciato col dolore, questa volta a dx. In ospedale gli hann fatto l'eco ed una visita molto superficiale e hanno detto che non c'era nulla e che il dolore non rappresentava certo un campanello d'allarme. Mi hanno detto di fargli comunque, sospendere ogni attività fisica e di tenerlo a letto a riposo. L'urologo privato consultato il giorno dopo ha invece fatto una diagnosi di testicolo mobile ed ha suggerito l'orchidopessi. Il dubbio viene dal confronto tra il "niente" dell'ospedale e l'operazione suggerita dall'urologo. Certo il dolore continua e pensare di tenerlo fermo... Secondo Lei come posso muovermi? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
gent.mo

da quello che descrive sembrerebbe una sub torsione del testicolo con una concomitante infiammazione delle appendici sopra l'epididimo, idatide di Morgagni, del testicolo controlaterale.

a distanza, sarei d'accordo con il collega Urologo che vi ha posto indicazione alla orchidopessi.

è ovvio che il mio parere, come quello dei miei colleghi qui presenti non sostituisca una visita.

se dovesse ripresentare la stessa sintomatologia si rivolga con fiducia a chi di dovere. La torsione del testicolo certamente non va ricondotta al domicilio, come voi giustamente sottolineate, ma è una questione d'urgenza chirurgica.

cordialità e ci tenga informati.