Utente 137XXX
gentilissimi dottori,
mi rivolgo a voi, non so se nella giusta sezione, per un chiarimento.
Da qualche giorno (non mi sembra di averci mai fatto caso prima) ho sentito al tatto con importante pressione (il semplice passare la mano non rileva nulla) un "nodulo" sottocutaneo in zona inguinale.per specificare meglio la posizione riporto che si trova esattamente all'inizio della piega che, in posizione seduta, la coscia dx forma con il triangolo pubico. palpando il lato sinistro non c'è nulla. La posizione di questa pallina, che al tatto sembra dimensionabile come la larghezza del mio dito indice, circa un cm, si trova esattamente sulla traiettoria del dolore che avverto da qualche mese a causa di una lombocruralgia dx. Il dolore non è stato continuativo fino ad oggi, ha avuto il suo picco intorno a dicembre gennaio e poi, in seguito ad una visita ortopedica (di cui tra l'altro non ho seguito la cura cortisonica sopportando la dolenzia e i fastidi), per poi non infastidirmi piu di tanto e in seguito riacutizzarsi ultimamente (per portata di dolore non come nell'episodio di esordio però). Segnalo che quando ho il ciclo mestruale, come ora, questi dolori fastidi si riacutizzano, come se una certa condizione del corpo predisponesse a tale aumentata sensibilità al dolore. Ma ora c'è questa pallina. La tocco ed è duretta, fissa, il dito se la preme ci scivola intorno senza spostarla, mi sembra sia sul nervo crurale perchè è li dove mi indicava l'ortopedico e dove mi ha comunque sempre fatto male. Non è dolorosa, è dolenziosa e forse anche perchè la sto toccando e premendo da tutta una giornata.Intorno avverto un leggero bruciore. I miei ricordi risalenti a gennaio riportano un effetto come di "segare nell'inguine" in corrispondenza del dolore, con fuoco bruciore (penso il nervo).Ora, io ho fatto proprio in settimana, un check up per la donna.Ecografia fegato colecisti reni tutto ok, solo Notevole meteorismo addominale, corda colica (la lombocruralgia è stata accompagnata da stipsi mai avuta prima, meteorismo importante eruttazioni tensione addominale, colon duro, tutti sintomi permasti costantemente).poi visita ginecologica che ha evidenziato collo dell'utero leggermente infiammato, pap test negativo circa infezioni vaginali ma con reperto di alterazioni cellulari benigne dovute a flora mista, reattive riparative associate a flogosi di grado lieve (classe papanicolaou 2) per cui il medico non mi ha dato nessuna cura, dice che è ok. ma ora, questa pallina dura che sta li, cos'è? ho gia tanti casini, aspetto risultati analisi per problemi gastrointestinali, ci mancava anche questo..cosa puo essere ernia?ma non è esterna, anzi molto profonda, la sento alla palpazione solo premendo.cos'è? e sopratutto da quale specialista farmi vedere?non so mai dove indirizzarmi.grazie per la risposta, spero di potermi tranquillizzare al piu presto, gia sto nervosa per troppe situazioni ansiogene. cordialmente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
sarò telegrafico: attraverso il suo curante deve fare una ecografia nel punto in cui sente la piccola tumefazione ed eventualmente anche una consulenza chirurgica. Nonostante lo abbia descritto con dovizia di particolari telematicamente non è che si possa escludere con certezza senza visitarla la possibilità di ernia (considerando anche la sitomatologia dispeptica riferita).
Peccato non aver fatto una ..."passata" con l'ecografo anche li visto che l'ha fatta propio di recente e a quanto si evince anche quando il problema era già insorto.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottore
domani vado dal mio medico di base, non penso potrà farmi una ecografia ma almeno prescrivermi il necessario per quanto prima.
speriamo tutto ok. Il fastidio purtroppo è insorto successivamente a queste visite eocgrafice recenti, forse me ne sono accorta uno due giorni dopo altrimenti non avrei indugiato! :-(
se non fosse ernia cos'altro?
buona domenica
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Linfonodo?, Cisti? Aspettiamo l'eco e vediamo....
saluti
[#4] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Sono stata in visita per l'ecografia:
lo specialista ha escluso un ernia in modo assoluto e ha refertato questo nodulo come
linfonodo ovale in sede inguinale di 16x6 mm lievemente iperemico.

il medico ha escluso che tale linfonodo infiammato sia correlato alla lombocruralgia di cui soffro.
In realtà, ad una più attenta osservazione dei miei sintomi, mi verrebbe da dire che ritenevo di rivivere un episodio di lombocruralgia soprattutto per il fastidio alla gamba, parte antero-interna, fino al ginocchio e un pò alcune dita del piede, ma se devo affermare che ho avvertito e avverto dolori costanti e altrettanto fastidiosi alla zona lombare non posso esprimermi.(quindi ho frainteso linfonodo con cruralgia, sta volta?le sensazioni pur se attenuate erano simili.)
La domanda è:
esclusi a priori problemi di depilazione inguinale tali da scatenare una reazione del linfonodo, dove devo ricercare la causa di tale fastidiosa presenza e infiammazione?
io avrei lasciato perdere, contenta che non si trattasse di ernia, ma il medico mi ha detto: a quale infezione sta reagendo il linfonodo?
boh, che ne so.io ho solo problemi gastrointestinali, al momento assimilabili solo ad una specie di sindrome del colon irritabile, non ho in corso altre malattie, quantomeno visibili e constatate.

che si fa in questi casi?si va a dormire e amen?
grazie cordialmente