Utente 931XXX
Buongiorno,
le scrivo dall'utenza di mia sorella, io sono una ragazza di 31 anni.
Premetto che da un due mesi e mezzo che mi si presentano parestesie e intorpidimento notturno al braccio a alla gamba sinistra. All'inizio era una cosa saltuaria e pensavo fosse causato dalla posizione scorretta poi è diventata una cosa fissa di tutte le notti qualunque sia la posizione in cui dormo. Il mio medico di base ha subito parlato di stress o fattore neurologico. Ho eseguito controlli di ogni genere: visita fisiatrica con riscontro di problemi di rigidità e cervicale (che già sapevo di avere), visita neurologica, elettromiografia a entrambe gli arti superiori, elettroencefalogramma, risonanza magnetica encefalo senza contrasto e persino accertamenti per il cuore, holter e ecg: tutto nella norma.
Ora sto prendendo 5 gocce di Lexotan la mattina e 10 la sera; in questo modo la sera mi addormento più velocemente e non mi risveglio con "la preoccupazione" per l'intorpidimento, anche se poi me ne accorgo comunque al mattino. Ho la sensazione come quando viene messo un laccio emostatico per il prelievo del sangue, soprattutto al braccio ma anche alla gamba sx.
Secondo lei il mio problema può essere di tipo "somatico", oppure è meglio indagare più a fondo? A me da molto l'impressione di un problema circolatorio ma il medico ha escluso questa causa....
Grazie e cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2005
Gentile Signora,
fra le indagini a cui si è sottoposta non vi sono per caso anche le ricerche di infezioni virali latenti di tipo erpetico?
E quindi prima che tutto ciò insorgesse non aveva mica avuto mal di gola o raffreddore o diarrea?
Ci sono alcuni virus che danno infatti la sintomatologia che Lei accusa.