Utente 121XXX
Buongiorno.
Ho una fimosi congenita che è migliorata nel tempo. Da bambino credo mi sia stata eseguita una frenuloplasitca causa filetto corto.
A riposo riesco a scoprire il glande comunque un po' a fatica, mentre in erezione la cosa è fattibile se vi è una certa lubrificazione, altrimenti è molto piu' dolorosa.
Durante i rapporti sessuali la pelle scende spontaneamente a fatica una volta eseguita la penetrazione a volte prima a volte piu' avanti provocando del fastidio. A volte la pelle si rivolta al contrario ed in quel caso la cosa è meno fastidiosa perche' lo spessore sotto l'anello anelastico è minore. La pelle rimane tutta arrotolata immediatamente sotto il glande.
L'anello di pelle stretto e non elastico è molto ridotto, è come se vi fosse un anello fatto con un filo sottile posto a 6-7 mm dall'estremità.
Se durante il rapporto sessuale vengono usate delle creme lubrificanti il glande tende a non scoprirsi o a farlo solo in fase avanzata, evidentemente è necessaria una forza maggiore dell'attrito che si crea.
Tutto questo, oltre al sopportabile doloretto provoca anche una parziale insoddisfazione durante il coito.
Inoltre l'eiaculazione non viene completamente impedita ma è ostruita con sensazione di aumento della pressione interna ed eiaculazione non libera.

Vorrei chiedere:
Esistono prodotti (creme ecc) per rendere elastico quel sottile anello di pelle presente?
E' necessario intervenire chirurgicamente e se si è necessaria la circoncisione totale o parziale? Non si potrebbe intervenire longitudinamente per aprire l'anello rigido? (non mi piace l'idea di essere circonciso)
La strozzatura durante il coito puo' provocare qualche problema all'apparato riproduttivo??

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
per quanto la sua descrizione sia molto dettagliata essa non può sostituire la visita di un esperto collega il quale , dopo, sarà molto chiaro sulle soluzioni possibili.
sia chirurgiche che di terapia locale.
cordialmente