Utente 151XXX
Buongiorno Professorei,
sono Alessandro e ho 27 anni.
Premetto che sono una persona un po' ansiosa e soffro di cervicali.
Le scrivo perchè da circa 4 mesi mi è comparso un acufene bilaterale in concomitanza con un periodo di stress e all'esposizione di un rumore di un macchinario, non particolarmente forte, per due giorni (non uno seguente all'altro) per poche ore ciascuno.
Tutto è iniziato con dolori dietro alle orecchie e nelle zone limitrofe del collo con qualche fischio ogni tanto che passava dopo qualche secondo mentre con certi movimenti della mandibola sentivo l'orecchio destro chiudersi e si presentava un fischio. Non me ne sono preoccupato perchè pensavo fosse un tappo di cerume.
Nel frattempo sentivo, oltre al fischio continuo, una sensazione di pienezza e un clik deglutendo in entrambe le orecchie ed un leggero mal di gola con una leggera chiusura nasale e recatomi dal medico ho fatto una cura per il catarro che non ha dato risultati.
Mi sono deciso di rivolgermi da un otorino e fare una visita audiometrica. Non ha trovato nessuna traccia di muco e infezioni in gola
aso e mi ha detto che ho un acufene bilaterale di frequenza 3000 Hz di intensità pari alla soglia uditiva. Il grafico si presenta nel range tra 15-20 db a parte una caduta a V fino a 30 db dai 2000 ai 4000 Hz con picco sui 3000 Hz, e che l'orecchio medio è a posto. Mi ha prescritto un controllo vocale che devo effettuare a luglio.
Volevo gentilmente sapere se è curabile e di cosa si tratta perchè non so in che direzione devo muovermi e sono spaventato.
Vi ringrazio molto per l'aiuto che offrite.
Cordiali saluti.
Alessandro

P.S.
Cinque anni fa ho sostenuto un esame audiometrico e presentava un grafico con range 10-15 db con una V da 1000 a 3000 con picco sui 2000 a 25 db.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Flavio Arnone
36% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
probabilmente ha subito un lieve trauam acustico, anche se da quello che descrive poteva anche esserci un interessamento dell'orecchio medio, escluso pero' dal collega)
In ogni caso quello che vi è dietro l'acufene (cioè il motivo per cui poi tende a rimanere) è molto complesso e...sì! è curabile, ovviamente bisogna trovare gli specialisti giusti che si occupano di TRT
Legga attentamente quello che ho scritto all'interno del sito (MINFORMA)
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottore,
La ringrazio molto per la risposta e per avermi dato uno spiraglio di speranza.
Volevo chiederle gentilmente se conosce qualche esperto di TRT nel Veneto (sono da Padova) oppure se posso contattarla per affidarmi a lei.

Cordiali saluti.

Alessandro