Utente 124XXX
salve,
sono un ragazzo che pratica attività sportiva (calcio)e che ho avuto svariati episodi di pneumotorace spontaneo a riposo a causa di presenza di bolle enfisematose in entrambi i polmoni.

il primo episodio si è verificato a dx nel febbraio del 2009 curato con assoluto riposo,il secondo nel luglio del 2009 sempre a dx stavolta è stato messo un drenaggio ma visto la continua persistenza di perdita d'aria è stato necessario fare l'intervento(vts apicetomia e pleurodesi)

Dopo l’intervento ho fatto una Tc ad alta risoluzione (esiti chirurgici in sede apicale dx,residuano strie fibrotiche e microbolle sub- pleuriche(2-3 mm)
Altre strie fibrotiche in sede basale posteriore e laterale ed al medio;
A sx bolle di enfisema in sede apicale del diametro di circa(15mm)
Non versamento pleuro-pericardico.


dopo 3 mesi (novembre 2009)di riposo con un certificato d’idoneità all’attività agonistica rilasciatomi sono tornato a giocare ma nello scorso 8 marzo ho avuto il terzo episodio questa volta a sx ma non volendo fare l'operazione è stato curato con drenaggio.

voglio farle queste domande:
l'attività sportiva influisce negativamente sulla mia patologia?
è necessario praticare l'intervento a sx prima di riprendere a giocare?
quant' è il rischio che abbia una recidiva a sx?


vi ringrazio in anticipo,
cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

risponderò brevemente alle sue domande:

"l'attività sportiva influisce negativamente sulla mia patologia?"

No. Non influisce nè positivamente nè negativamente.
Deve solo evitare (per sei mesi dall'episodio di pnx) di recarsi ad altitudini superiori ai 2000 metri o evitare di immergersi a più di 10 metri di profondità.

"è necessario praticare l'intervento a sx prima di riprendere a giocare?"

No.

"Quant' è il rischio che abbia una recidiva a sx?"

Adesso è attorno al 15-20%; tra tre mesi sarà circa il 10% (e tale rimarrà per tutta la sua vita).


Cordiali saluti.