Utente 151XXX
Cortesi medici,effettuo un lavoro a rischio: curo e toeletto le parti intime di donne per prepararle a servizi fotografici e a volte per il set di riprese di tipo pornografico.
Nello specifico effetto
-cerette,rasature chimiche e raramente con epilatori
-lavande vaginali e clisteri
-stendo creme e prodotti cosmetici all’interno della vagina e nelle zone perianali

Orbene, il problema e’ che l’uso dei guanti e’ quasi un tabu’e nessuna ne gradisce l’uso. Quindi queste operazioni vengono eseguite a “mani nude”.

Buona parte delle attrici effettua periodicamente test e tamponi vaginali per poter lavorare nel settore e certificare il buono stato di salute ma una fetta di debuttanti (spesso straniere e provenienti da paesi a rischio) non e’ tenuta ad effettuare questi controlli perche’ effettuano servizi fotografici, riprese senza partner o con partner protetto da preservativo.

E proprio con loro c’e’ piu’ lavoro da fare in primis di rasatura e poi per rendere la vagina ben pulita e lucida internamente o per determinate pose particolarmente bagnata per simulare una forte eccitazione o riempirla con creme che simulano lo sperma che poi loro espellono con contrazioni.

Tutti gli addetti ai lavori hanno detto che e’ impossibile contrarre malattie venere’ cosi’ e di di lavarmi bene le mani prima e dopo il lavoro e di disinfettare con i gel tipo amuchina.

Per loro il rischio e simile ad una stretta di mano.

Mi farebbe piacere sentire un parere medico ed eventualmente gradirei istruzioni per poter abbassare a zero eventuali rischi.

Che efficacia hanno pellicole/guanti spray o crema?

Specifico che il lavoro mi piace e’ ben retribuito ed ha un “piacevole valore aggiunto” poiche’ si tratta di avere a che fare “intimamente” con donne da favola.

Grazie molte per i consigli che mi darete!!!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore,
le Sue perplessità sono in qualche modo giustificabili, ma non riesco a comprendere alcuni passaggi di quanto riferisce.
Lei infatti dice che le <star> non gradiscono l'uso dei guanti per la toilette, il trucco delle parti intime protagoniste dei films, ma che però accettano l'uso del preservativo del partner.
Come mai? La Sua opera non dovrebbe avere alcun coinvolgimento sessuale e quindi essere vista come una prestazione al pari del truccatore, mentra il rapporto sessuale, bene o male, un coinvolgimento piacevole lo procurerà, no?
Per quanto riguarda i rischi che teme, anche se il parere di un collega dermatologo sarebbe auspicabile, ritengo che essi siano molto bassi.
Certamente l'uso dei guanti garantirebbe sia Lei che le signore anche dalle banali infezioni, non necessariamente da quelle più gravi come sifilide e aids.
In ogni caso il mio personale consiglio è di parlare direttamente con un dermatologo o specialista di malattie infettive e poi di convincere le attrici che l'uso del guanto è una garanzia anche per la loro salute.

Cordiali saluti e....buon lavoro!
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dott. Migliaccio,
innazitutto la ringrazio per l'interesse e rispondo:

-sul set generalmente non viene usato il preservativo perche' portano esami medici che escludono le malattie piu severe.

-nel mio caso,invece, il problema piu' grosso e che nessuno utilizza i guanti.Io li sto utilizzando (non sempre) e, a volte, vengo preso in giro perche' mi dicono che sono fissato.Anche le ragazze, quando vedono che metto i guanti, non sempre reagiscono bene e ci sono 3 tipi di reazioni:
1) Se ne fregano (la migliore delle ipotesi)
2) Si mettono a ridere,ti dicono per chi mi hai preso per una prosituta? E talvota per prenderti in giro si appoggiano con i gentiali su altre parti del corpo. (si lavora in maglietta e calzoncino gli ambienti sono molto riscaldati)Una mi ha detto o sei frocio o non sei adatto a questo lavoro!
3) Si spavaentano, "cosa mi vuoi fare?" "Giu' le mani!"

premesso che di tutelare loro poco me ne importa ed a loro avviso sono saninissime!Mi preoccupo perche' ho visto alcuni esami medici che hanno portato.
Negative a HIV e Gonorrea e sifilide ma poi ci sono 2 pagine di batteri,mycoplasmi e fungi!!
Quest'ultimi non contano per "poter girare" poiche' e normale,per loro, la presenza di questa fauna batterica.
(Consideri che e' prassi rapporti anali non protetti o pene che si alterna fra ano e vagina)

Si richia toccando con le mani o se loro si appoggiano a parti esterne del corpo (braccia,gambe)?

E le epatiti si possono contrarre? Non sono mai presenti nelle analisi.

Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Egregio signore,
io non me ne ero accorto, ma Lei ha avuto delle risposte più che esaurenti nell'altra sezione e, tra l'altro, da colleghi più competenti di me.
Ora il problema è soltanto Suo, se Le impediscono categoricamente di usare i guanti e se Lei non riesce a convincere la "troupe" che il loro uso è una garanzia di igiene per tutti.
Direi che, per quanto mi riguarda, possiamo ritenere conclusa qui questa consulenza, avendo esaurito gli aspetti strettamente clinici ai Suoi quesiti e non intravedendone di ulteriori e più significativi apporti.
Con molta cordialità