Utente 266XXX
Buongiorno, mio nipote, 30 anni, è stato operato ieri di melanoma III stadio. Faccio una premessa : circa 5 mesi fa mio nipoote ha tolto un neo in rilievo sul braccio dx con il laser presso un centro medico. Circa 1 mese fa non solo gli è tornato il neo (più grande) dove l'aveva tolto ma gli si è formato una metastasi di melanoma (confermata da tac total body con contrasto) tra ascella e pettorale sempre dx. I medici che lo hanno operato ieri ci hanno detto che se il suo tessuto prelevato risulterà positivo alla proteina Mage-a3 potrà volendo fare il vaccino sperimentale di cui non è stata stabilità l'efficacia ne tantomeno il beneficio per il paziente ma sicuramente potranno beneficiarne i futuri malati di melanoma. Essendo in via sperimentale ci è stato detto che entrerebbe a far parte di quei 1300 pazienti in tutti il mondo che lo devono testare. Per lui ci è stato inoltre detto che non ci sono alternative (tipo chemioterapia o radioterapia...). e che secondo la loro esperienza una recidiva del tumore potrebbe esserci entro 6 mesi . Volevo avere un Vs. parere sia riguardo questo vaccino, sia per le eventuali cure alternative che Voi suggerireste . Inoltre mi piacerebbe capire se , supponendo che il tessuto non sia compatibile con il vaccino, una persona malata di melanoma può soilo stare con le mani in mano ed aspettare le recidive che verranno facendosi tagliuzzare quà e là fino alla fine senza che la medicina offra una valida alternativa di speranza. Secondo la Vs. esperienza qualè è l'aspettativa di vita di un melanoma III stadio B o C ???? Potrebbe essere mio nipote adatto a sottoporsi all'adroterapia oncologica ??? grazie mille anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile signora,

il suo discorso non mi consente di esprimermi seppur sempre in modo non vincolante e telematico da questa sede:

1. chi ha tolto il neo con il laser ? è stata fatta una visita dermatologica ed una epiluminescenza prima di questa asportazione?
2. è stato fatto esame istologico del pezzo asportato con il laser?
3. e' stato fatto esame istologico della presunta metastasi da melanoma (dice di aver fatto TAC e risonanza)
4. è questa una metastasi dermica (cioè cutanea)? o di altra natura?

grazie per le eventuali risposte.

Dott. LAINO, Roma
[#2] dopo  
Utente 266XXX

Iscritto dal 2007
grazie mille per la sua sollecita risposta.
1) Chi ha tolto il neo a mio nipote era un "dottore" non meglio precisato di uno studio medico/estetico di Milano (l'oncologo dell'ospedale ci ha detto di denunciarlo e sicuramente lo faremo)
2) Al pezzo asportato con il laser non è stato fatto nessun esame istologico
3) la metastasi da melanoma che era nella zona pettorale è stata diagnosticata quando mio nipote è andato in pronto soccorso e gli è stato prelevato del siero dal linfonodo
4) la tac total body che ha fatto è stata richiesta dall'ospedale per verificare la situazione prima di operarlo e nella quale si vedeva intaccate dalla malattoia solo le due parti che lunedì hanno asportato e cioè il tumore al braccio dx sede primaria e i linfonodi nella zona pettorale . Spero di aver risposta alle Sue domande . tra una 15 di gg avremo l'esito dell'esame istologico e potrei essere molto più precisa. Nel frattempo Lei cosa pensa dell'adroterapia oncologica e del vaccino per il melanoma ??? grazie ancora e buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Gentilissima utente,
purtroppo il melanoma non risente positivamente nè di radioterapia nè di chemioterapia. Pertanto tutti i metodi di cura non chirurgica sono da considerarsi a tutt'oggi di tipo sperimentale o palliativo. Le consiglio di accettare comunque le proposte provenienti da centri seri di tipo universitario od ospedaliero anche per quanto riguarda il vaccino.
Per quanto riguarda la seconda parte della sua domanda: è importante uno stretto follow up presso centri idonei ove verrà approntata una visita medica ogni sei mesi ed un piano di indagini strumentali (PET, ecografia, radiografia) sulla base della stadiazione del suo caso.
La prognosi è a tutt'oggi direttamente collegata allo spessore ed al livello del melanoma: deve assolutamente parlare di tutto ciò solo con i medici che hanno in cura il paziente.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile signora,

credo che entrambi sappiamo che la situazione di suo nipote, non e' facile. Da qui e limitatamente alla sede telematica, posso dirle da quello che leggo che siete ben seguiti. il vaccino (che ricordiamo per l'utilita di chi legge, non e' una terapia preventiva del melnoma, ma in sperimentazione fase II per un numero limitato di pazienti) e' una terapia sperimentale ma alla quale lavorano eminenti istituti di ricerca. Altro non mi sento di poter esprimere da questa sede oltre al consilgio di affidarvi ai vostri specialisti con fiducia.

Cari saluti
Dott. laino, Roma