Utente 152XXX
Salve,
sono diversi anni che soffro di eczema. Avevo già fatto una visita dal dermatologo anni fa, ottenendo scarsi risultati.
Visto che da un'anno sono peggiorato, nel mese di febbraio mi sono deciso ad andare da un'altro dermatologo il quale dopo una visita mi ha diagnosticato 'dermatite seborroica' sul torace sona alta viso e testa, inoltre sul torace un 'pitiriasi versicolor floride'.

Per quest'ultimo mi ha prescritto sporanox (2 pastiglie x 8gg) mentre per l'eczema ketomousse una volta la settimana e shampo stiproxal. Inoltre ho fatto anche gli esami del sangue (hiv compreso) dal quale è risultato tutto in regola.

Alla seconda visita mi ha prescritto per la cura del 'pitiriasi' il diflucan (una pastiglia x 10gg) visto che la precedente cura non aveva fatto molto.
Comunque dopo lo sporanox dal viso e testa l'eczema è sparito, anche se a detta del mio dermatologo il soppradetto farmaco non serve per quello.

Purtroppo io ho un'altro problema che vorrei risolvere prima del resto, ovvero qualsiasi camicia (indumento) indossi sia di cotone o altro, dopo pochi minuti sento un senso di fastidio e debbo toglierla. Questo 'fastidio' l'ho sulle braccia, collo e gambe soppra il ginocchio. Il medico mi ha dato della crema atoderm, ma non ha sortito nessun effetto stesso risultato con la physiogel.
Ho provato a lavare gli indumenti con detersivi antiallergici (USE) senza nessun risultato. Il dermatologo dice che potrebbe esserci 'pitiriasi', ma non si vede nulla e nemmeno c'è dell'arrosamento.

Non so allo stato attuale se iniziare la cura con diflucan oppure cercarmi un'altro dermatologo, visto che vorrei risolvere quest'ultimo problema prima del resto.

Grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Angelo Salvatore Ferrari
24% attività
4% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Prima di cambiare dermatologo sarebbe opportuno che descrivesse bene i suoi sintomi al collega insistendo sul problema del contatto con gli indumenti e precisando se vi è peggioramento quando suda e valutare poi l'opportunità di sottoporsi al patch test : esame allergologico non invasivo che permette di verificare una eventuale reazione allergica a coloranti, conservanti, nichel etc.