Utente 492XXX
buongiorno , ho fatto visitare mio figlio di 4 anni presso un centro di chirurgia pediatrica a seguito di due episodi di ingrossamento del testicolo destro avvenuti durante due episodi di febbre alta (il testicolo si è gonfiato la prima volta per soli 10 minuti e apparentemente era di colore chiaro e sembrava appunto pieno di liquido , la seconda volta il gonfiore è durato alcune ore per poi ritornare tutto alla normalità) ora alla distanza di più di un mese il fenomeno non siè più ripresentato.
La diagnosi fattami sia dal pediatra di base che appunto dallo specialista è stata idrocele con consiglio di far operare il bambino.
Ho questi dubbi : nel caso che non faccia operare mio figlio a quali rischi o complicanze verrebbe esposto?
ho molta paura , non tanto per l'intervento , che mi è stato prospettato come abbastanza semplice , ma per l'anestesia spinale che dovranno eseguire a mio figlio (possibili rischi ,eventuali allergie di cui non siamo a conoscenza,ecc)
Sono effettivamente contrastato nella scelta di far eseguire l'operazione o meno ad un bambino di soli quattro anni e la cosa mi preoccupa , vorrei un consiglio da parte vostra se possibile.

Vi ringrazio anticipatamente e vi auguro buona giornata

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
gent.mo papà

comprendiamo bene i suoi dubbi, ma la patologia c'è e rimane presente anche se non la notate spesso.

un buon centro pediatrico garantisce anche la presenza di personale altamente qualificato sia dal punto di vista chirurgico che da quello anestesiologico.

maggiori infomrzioni le trova sul sito personale alla voce ernia inguinale -idrocele.

cordialità

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Iscritto dal 2007
buongiorno dottore , la ringrazio della risposta ma volevo chiederle se esiste la possibilità che il "canalino" (mi scusi l'approssimazione) possa chiudersi da solo , ma soprattutto se dovessi evitare l'intervento a quali complicazioni si andrebbe in contro?
Ho letto sul suo sito (che trovo molto esaustivo) che non ci sarebbe neppure la necessità di un ricovero per più giorni e che si farebbe in giornata.
Io abito a circa 3 ore di auto dall'ospedale e subito dopo l'intervento potrei trasportare mio figlio in auto per così tanto tempo senza alcun problema?
Mi scuso anticipatamente se sono tedioso ma sono ignorante in materia.
La ringrazio e la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
gent.mo
come avrà letto il "canalino " difficilmente si chiude spontaneamente oltre il primo anno di vita.

certamente il trasposto assistito è uno dei fondamentali della chirurgia di giorno.
se troppo distanti dall'abitato sarà premura degli operatori e dell'equipe medica provvedere ad un eventuale ricovero giornaliero.

cordialità
[#4] dopo  
Utente 492XXX

Iscritto dal 2007
la ringrazio nuovamente della risposta e le auguro buona giornata