Utente 383XXX
Salve, ho avuto sempre molto aiuto in passato da parte vostra ed ora ho ancora bisogno di un vostro parere: da una visita, il dentista mi ha riscontrato tre tasche gengivali che dalla misurazione e dalla panoramica risultavano di 7 mm ed altre minori che a suo dire erano irrilevanti. Mi ha fissato un'appuntamento dove inserirà in queste tasche dei microgranuli di antibiotico o ckips che saranno sostituiti tra tre mesi. Essendo un medico che non conosco bene, potete capire la mia diffidenza e se questa tecnica sia efficace. La cosa che non capisco è: se ogni tre mesi bisogna intervenire o se bastano solo due sedute? Ringrazio anticipatamente per le risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Orazio Ischia
32% attività
0% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signora se le tasche sono profonde 7mm il trattamento d'elezione è chirurgico,quale esattamente non è possibile dirlo senza visitarla,però se il suo dentista ha provveduto innanzitutto ad una terapia causale adeguata,ossia una igiene ed una levigatura radicolare,il farmaco può essere d'aiuto.Ritengo però che il suo dentista di riferimento debba avere conoscenze parodontali.Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2007
Ringraziandola per la pronta risposta, le faccio presente che il dentista ha prima effettuato la pulizia verificando che non c'era molta placca, anzi e poi ha passato la lucidatura con una pasta rosa, ma la mia domanda è: per quanto tempo bisogna inserire questo farmaco e se risulta doloroso
cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Orazio Ischia
32% attività
0% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signora se il suo dentista ha fatto una datrartrasi e lucidato le corone dentali senza usare uno strumento chiamato curette allora devo desumere che non sia stata fatta una lucidatura radicolare senza la quale nessuna cura farmacologica sarà mai efficace nel conseguimento della guarigione.Saluti
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La tecnica che lei cita è una delle tante che vengono approntate in caso di una tasca parodontale in cui c'è un processo infettivo in atto, come sostegno poi ad una terapia chirurgica in quanto stiamo parlando di profondità notevoli (7mm)! Per quanto riguarda l'inserimento delle fibre, questo è assolutamente indolore.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dott.Muraca, non so se " il processo infettivo in atto" di cui lei parla, debba dare disturbi ma, io di grossi sintomi evidenti non ne ho, nè sanguinamenti durante l'uso dello spazzolino. Comunque la ringrazio anche se sono più confusa di prima!
Cordialmente, Ady
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente,non deve essere confusa. Se la fistola è di origine parodontale la procedura della fibra imbevuta di antibiotico è propedeutica all'intervento parodontale risolutivo in quanto il primo,a quanto dice, non ha portato a soluzione. Ma da sola non può risolverle in modo definitivo la tasca di 7mm.
Cordialmente