Utente 152XXX
Sono una ragazza di 26 anni. Non ho mai praticato attività sportiva a livello agonistico, ma mi sono sempre mantenuta in forma con corsi in palestra o nuotate occasionali. Da un anno a questa parte pratico nuoto due volte a settimana e a volte vado a correre. Ho eseguito una visita medico sportiva di mia iniziativa per fare un ECG che in vita mia non ho mai fatto, considerato l'aumento della pratica sportiva da me eseguita. L'unica cosa emersa è un un lento recupero all'ECG sotto sforzo. Non ho sintomi, se non difficoltà a mantenere ritmi serrati a nuoto, dovuta credo al fatto che non sono molto allenata. Le chiedo quali possono essere le cause di un lento recupero e se è necessario fare altri accertamenti.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
stia serena, il lento recupero della frequenza cardiaca, ad una condizione di normalità dopo sforzo fisico, è fenomeno comune, soprattutto nelle donne e in casi di scarso allenamento.
Non vi sembrano in effetti motivi per ulteriori accertamenti.
Saluti