Utente 148XXX
Buona sera

sono un ragazzo di 31 anni e circa 5 anni fa ho avuto diversi episodi di macroematura senza alcun sintomo eccetto per un mal di pancia cronico. Circa un anno e mezzo fa è stata rilevata una leggera proteinuria (0.3g nell 24 ore) e una leggera microematuria. Negli ultimi esami fatti recentemente la proteinuria è aumentata a 0.8 grammi nelle 24 ore
con una microematuria molto alta indicata con + + +. Sembrerebbe che ci sia una progressione della malattia. Ad oggi non sto seguendo nessuna cura e non ho ancora fatto la biopsia anche se probabilmente la nefrologa che mi segue me la farà fare prossimamente. Forse sarebbe il caso di iniziare una cura?

Un'altra domanda: è possibile che il mio problema renale sia stato causato da una infezione contratta tramite rapporti sessuali non protetti. Mi chiedo questo perchè ho avuto l'ematuria dopo circa due tre mesi dall'aver fatto sesso non protetto con la mia attuale ragazza la quale soffriva e soffre di infezioni vaginali. Come non bastassero i problemi renali soffro da circa lo stesso periodo (5 anni) di un presunto colon irritabile forse collegato ai problemi renali...che accerterò prossimamente con una colonscopia.
E' possibile che ci sia stata un'infezione da rapporti sessuali anche se dalle urinoculture non è mai stato rilevato niente? E' possibile che continuando a fare sesso non protetto continui ad alimentare l'infezione renale?

Ho un altro dubbio circa 5 anni fa, prima che si manifestasse l'ematuria prendevo delle pastiglie di viagra comprate via internet e provenienti se non ricordo male dall'india. Potrebbero essere la causa dei mie problemi renali? Ho chiesto a un nefrologo ma è stata esclusa questa possibilità.
Mi sono informato per poter fare un esame tossicologico a queste pastiglie in un laboratorio privato ma non sono riuscito ancora a trovarne uno atrezzato per questo tipo di analisi...

Vi ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
gentile Utente,

la presenza di proteinuria, sebbene sotto 1 g/24 ore, induce al forte sospetto di una malattia glomerulare. Il sospetto più fondato è quello della glomerulonefrite a depositi di IgA (malattia di Berger).

Sarebbe utile conoscere la natura della microematuria (emazie dismorfiche?), che in effetti in alcuni casi può anche essere associata a infezioni urinarie. Importante anche che la proteinuria venga dosata al di fuori di infezioni acute delle vie urinarie. E' però improbabile che entrambe le alterazioni dell'esame urine, perduranti da tempo, siano imputabili solo all'infezione.

Al fine di indicare la biopsia sarebbe utile conoscere i valori di funzione renale (creatininemia) e la presenza di altri fattori di rischio (come ad esempio ipertensione).
Non vi è grande concordanza circa il momento più utile per fare la biopsia; la presenza di una proteinuria significativa e persistente rappresenta una delle indicazioni più forti.

Analogamente esistone delle forme di terapie aspecifiche (ACE inibitori) o specifiche (steroidi) che vengono attuate nelle forme presuntivamente a maggior rischio di progressione (proteinuria > 1 g/24 ore, ipertensione); ma ovviamente il primo step è fare una diagnosi istologica tramite biopsia.

Riguardo al Viagra, concordo con il parere della sua nefrologa. Eviterei in futuro di ripetere esperienze simili, comunque. Si risparmi i soldi destinati all'analisi privata.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Grazie molte per la risposta

Da quando ho avuto l'ematuria "circa cinque anni fa" ho fatto per circa due anni le analisi di controllo e tutti i valori erano ok, al terzo anno però i valori delle proteine e del sangue erano fuori dal range.
Tra tre nefrologi che mi hanno visitato due mi avevano detto che non era escluso che la causa fosse dovuta a cristalluria dato che i miei ossalati erano molto alti e perciò ho seguito una dieta apposita. La terza invece era abbastanza sicura che si trattasse della malattia di Berger tanto che mi prescrisse degli antiproteinurici quando la proteinuria era di 0.3-0.5 grammi nelle 24 ore.
Ho preferito non prendere i farmaci sperando che si trattasse effettivamente di cristalluria. Ora però dopo gli esami seguiti dalla dieta i valori delle proteine e del sangue sono aumentati pur non avendo la presenza di citrati ecc... Se non sbaglio la patologia di Berger dovrebbe manifestarsi in concomitanza alla febbre oppure a problemi gastroinestinali; nel mio caso ho avuto e ho tuttora grossi problemi intestinali, questo significa che potrei avere il Crhon? e non un colon irritabile come mi è stato diagnosticato senza colonscopia. Una cosa forse curiosa è che l’ematuria si presentava dopo aver fatto dello sport anche non intenso, è collegato alla malattia di Berger?
Un’ultima domanda, e possibile che il mio problema renale coinvolga un solo rene?

Le riporto alcuni valori degli esami negli utimi anni:


23/02/2006 (un paio di mesi dopo la macroematuria)

BIOCHIMICA

S-- CREATININA 0,90 mg/dl (0,60-1,20)

URINE

U--PROTEINE assente
U--EMOGLUBINA assente
SEDIMENTO URINARIO alcuni leucociti

ELETTROFORESI E PROTEINE SPECIFICHE

S-TITOLO ANTICORPORALE 25 IU/mL (0-120)

07/06/2006

CHIMICA CLINICA (24 ORE)

S--SODIO 140 mEq/L (135-150)
S--POTASSIO 4.01 mEq/L (3.5-5.3)
s--CLORO 104 mEq/L (101-111)
S--CREATININA 1.0mg/dL (0.5-1.4)
U--CALCIO 363.6 mg/24h * (50-300)
S--PROTEINA C REATTIVA 0.11 mg/dL (0.00-0.50)


26/02/2007

CHIMICA CLINICA (24 ORE)

U--PROTEINE 4.3 mg/dL * 5-15
dU--PROTEINE 0.10 g/24ore 0-0.15
U--OSSALATI
concentrazione 56 mg/L *
quantità 112 mg/24ore (10.0- 40.0)


24/06/2008

AZOTEMIA 30 mg/dl 10-50
CREATININEMIA 1.05 mg/dl (0.70-1.30)
SIDEREMIA 139 (60-156)
FERRITINA 132.74 ng/ml (21.81-274.66)
PROTEINA C REATTIVA 0.02 mg/dl (0.00-0.50)
IMMUNOGLUBINE A (iga) 196 mg/dl 63-550
Ab ANTI GLIADINA igG-IgA

IgG 9.90 UR/ml età 0- 5 anni inferiore o uguale a
60 negativo

IgA 42.30 U/ml età 0- 5 anni inferiore o uguale a
30 negativo

ESAME COMPLETO DELLE URINE

PROTEINE 75 mg/dl fino a 25
ERITROCITI/EMOGLUBINA 50 /microl Fino a 10
LEUCOCITI 100 /microl assenti
SEDIMENTO emazie ben conservate 30-50 per campo
leucociti 5-10 per campo

07/07/2008

PESO SPECIFICO 1.024 * (1.016-1.022)
PH 6.0 *
PROTEINE +
EMOGLOBINA +++
LEUCOCITI +

17/07/2008

CHIMICA CLINICA

S--CREATININA 1.1 mg/dL 0.5-1.4
U--PROTEINE 17.1 mg/dL * 5-15
dU--PROTEINE 0.38 g/24 ore * 0-0.15

U--ESAME COMPLETO URINE

PESO SPECIFICO 1.005 * 1.016-1.022
PROTEINE assenti
EMOGLUBINA assente
BILIRUBINA assente
UROBILINOGENO normale
NITRITI negativo
LEUCOCITI +

U--OSSALATI
concentrazione 13 * mg/L
quantità 36.4 mg/24ore 10-40

07/10/2008
EMATOLOGIA:

EMATOCRITO 51.8 % ** (39-49) dovuto molto probabilmente ad una causa ereditaria visto
che anche mio padre e mio nonno ce l’hanno alto...

CONTENUTO EMOGLUBINIC MEDIO 25.8 pg * (28-32)
CONCENTRAZIONE EMOGLUBINICA 29.9 g/Dl ** (32-35)

CHIMICA CLINICA:

U--SODIO 57mEq/L *
dU--SODIO 131.1 mEq/24h (75-200)
U--POTASSIO 35.5 mEq/L
dU--POTASSIO 81.7 mEq/24h * (40-80)
U—CALCIO 7.5 mg/dl *
U—CREATININA 102.07 mg/dl *
dU—CREATININA 2.348 g/24 ore

CLEARANCE CREATININA

S—CREATININA 1.1 mg/dl 0.5-1.4
U—CREATININA 102.07 mg/dl *

Volume/ minuto
CLEARANCE CREATININA 148.21 ml/minuto 95-160
U—UREA 1171
dU—UREA 26.93 g/24 h * (6-17)
S—UREA 29 mg/dl (10-50)
S—PROTEINA C REATTIVA 0.01 mg/dl (0.00-0.50)

U—ESAME COMPLETO URINE

PROTEINE +
EMOGLUBINA +

U—OSSALATI
Concentrazione 41 mg/L *
Quantità 86.1 mg/24h ** (10.0-40.0)


24/07/2009

ESAME COMPLETO DELLE URINE

PROTEINE 25 mg/dl fino a 25
ERITROCITI EMOGLUBINA 250/microl fino a 10

SEDIMENTO ESEGUITO IN CITOFLUORIMETRIA

ERITROCITI 1256 /microl fino a 15
LEUCOCITI 123 /microl fino a 20
BATTERI assenti
CELLULE DI SFALDAMENTO 6 /microl

17/02/2010

CHIMICA CLINICA

S—FERRO 164 ug/dl (75-170)
U—PROTEINE 55.7 mg/dl * (5-15)
dU—PROTEINE 0.89 g/24 ore * (0-0.15)

U—ESAME COMPLETO URINE

PROTEINE ++
EMOGLUBINA +++
LEUCOCITI +

ESAME MICROSCOPICO DEL SEDIMENTO

LEUCOCITI 5-10/ campo
EMAZIE >40/campo


12/02/2009

Ho fatto la misurazione della pressione nelle 24 ore e lesito è stato:

VALORI PRESSORI SISTO-DISTOLICI ENTRO I LIMITI DI NORMA.
RITMO CARDIACO CONSERVATO



Spero di non aver esagerato con questa risposta....


Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
4% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

al di là dei dati storici, che mostrano un recente aumento della proteinuria, ritengo di confermare quanto detto precedentemente.

Non so che problemi intestinali abbia di preciso, ma vedo che ha un titolo mosso di anticorpi anti-gliadina e le devo dire che in letteratura vi sono alcune evidenze che mostrano una correlazione tra malattia di Berger e malattia celiaca.

Ne parli con il suo medico ed eventualmente programmate anche una visita dal gastroenterologo.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta

Sicuramente avviserò il mio gastroenterologo di questi valori sospetti...

Cordiali saluti