Utente 128XXX
gentili dottori quello che mi preoccupa è la salute della mia circolazione ed in particolar modo quella riferita alle arterie coronarie..motivo di tale preoccupazione è l'uso sconsiderato che negli ultimi anni ho fatto di ormoni androgeno/anabolizzanti legato a volte anche ad uno stile di vita non del tutto salutare (in particolare alcol e fumo e a volte consumo eccessivo di grassi saturi)...considerato che la categoria di farmaci in questione ha la capacità di aumentare sensibilmente i livelli di colesterolo non vorrei trovarmi ad avere un infarto o un ictus all'età di 33 anni così vi chiedo gentilmente di indirizzarmi sugli esami da eseguire per verificare se ho effettivamente "fatto dei danni" o se la situazione è ancora sotto controllo o quanto meno recuperabile...grazie cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
partendo dal presupposto che, almeno spero, abbia interrotto le sue terapie ormonali, abbia iniziato una attività fisica e migliorato il suo regime alimentare, effettui dapprima un banale prelievo di sangue con i comuni parametri di routine (emocromo, profilo glicometabolico, funzionalità renale ed epatica, es. delle urine, ad es.).
Una volta ottenuti i risultati, si consulti con il suo curante.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
innanzitutto la ringrazio per la risposta..cmq per chiarire la situazione..io fumavo molto prima dei 30 anni ora si può dire che ho smesso eccetto una sigaretta occasionale ogni tanto, mi alleno praticamente da una vita e faccio attività aerobica quasi tutti i giorni e il mio regime alimentare, apparte alcuni periodi dell'anno, è molto severo e curato..le ho spiegato questo perchè nella mail precedente forse non ho fatto chiarezza sul fatto che questi "stravizi" sono cessati o quanto meno sono occasionali..detto ciò la mia domanda è la seguente..si può evincere già da un semplice prelievo se ci sono probemi a livello di ostruzione delle coronarie e/o dei tronchi sovraortici o servono esami più specifici?
se si quali esami devo eseguire?
in attesa di una sua risposta le porgo cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La visualizzazione diretta dell'albero coronarico richiede o una TAC coronarica o una angiografia, esami altamente specialistici e richiesti dal medico non su domanda del paziente, ma sulla base di una accertata o sospetta coronaropatia. Effettui, invece, un test da sforzo, che rappresenta comunque un buon test diagnostico per la valutazione della sua performance cardiaca.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
un ecg sotto sforzo può quindi dare già una prima indicazione se vi è o meno formazione di placche?