Utente 153XXX
Gentilissimi dottori scrivo per esporre il mio problema.Sono un ragazzo di 30 anni accuso sistematicamente ad intervalli mensili talvolte anche settimanali questi disturbi: dolore e oppressione toracica,exstrasistoli ripetute,formicolii a mano e braccio sinistro e a volte fitte irradiate alla schiena come trafittive e dispnea.Il dolore toracico lo avverto perlopiu'in zona sternale e a seconda dei giorni si sposta verso la parte sx o la parte dx.Il dolore accusato e'vario a volte si presenta intenso a fitte irradiate sempre nello stesso punto altre volte e' sensibile alla digitopressione come se avessi dei lividi interni.In genere questi dolori mi si presentano nelle circostanze piu'casuali quasi mai sotto sforzo.In genere si presentano come ripetute fitte su un determinato punto come se pulsassero.Premetto che sono un tipo abbastanza ansioso e probabilmente il mio lavoro sedentario mi accumula anche parecchio stress ma il problema e' che appunto ogni volta che mi si presentano questi dolori parte una sorta di ansia diffusa che poi mi tiro dietro per giorni e giorni.Dallo scorso maggio ho eseguito una visita cardiologica con ecg con responso negativo:
sintesi anamnestica
familiarita' per arteriopatia polidistrettuale ed ipertensione arteriosa
fumatore
non precedenti internisti di rilievo
dolore toracico atipico a riposo
riferisce episodi ipertensivi di 170/100 riconfermati in taluni controlli in 160/100
Esame obbiettivo
PA 145/90
azione cardiaca ritmica,impurita' sistolica punta e meso
non stasi polmonare o broncostenosi
Ecg
ritmo sinusale fc 78 batt/min
morfologia del tracciato nei limiti della norma

Prescritto quotidiano controllo pressiorio abolizione fumo e dieta ipocalorica.
Da questa visita effettuata a maggio 2009 sono stato diciamo bene fino ad agosto quando in vacanza mi reco nuovamente in ps per accertamenti,con analisi del sangue e nuovo ecg.Tutto negativo.
In data 10/12/2009 effettuo una prova da sforzo:
frequenza cardiaca riposo 100 max sforzo 185 recupero 120
pressione arteriosa 140/90 max sforzo 210/95 recupero 140/85
doppio prodotto max sforzo 38850
watts min max sforzo 125/ 2'
mets 5.4
causa arresto esaurimento muscolare
sintomi assenti
comportamento PA fisiologico
comportamento FC fisiologico
aritmie ventricolari singole,non precoci,non frequenti
tolleranza esercizio normale
probabilita'ischemie assente
aritmie non significative
conclusioni:test da sforzo massimale.Sino al carico raggiunto,non segni ECG ne sintomi di rilievo.Normale risposta pressoria all'esercizio.

In data 4 gennaio 2010 in seguito ad una colazione abbondante avverto forti dolori toracici in zona cuore,quasi mi accascio,ovviamente sale l'ansia,la pressione e inizia una intensa sudorazione fredda,formicolii vari,nausea,mi reco nuovamente in ps dove un nuovo ecg risulta negativo,pressione perlopiu'normale e analisi del sangue con questi valori:
Emocromo: leucociti 12,74-eritrociti 5,96-emoglobina 16,20-ematocrito 49,4-mcv 82,9-mch 27,2-mchc 32,8-rdw 14,6-plt 326-mpv 11
Formula leucocitoria: neutrofili% 53,2-linfociti% 30,8-monociti% 11,3-eosinofili% 4,3-basofili% 0,40- neutrofili 6,78-linfociti 3,92-monociti 1,44-eosinofili 0,55-basofili 0,05
Screening coagulativo INR 0,96-D-dimero 71
Chimica clinica: glucosio 105-creatinina 0,9-amilasi 74-lipasi 30- CK MB massa 1,34- GOT/AST 32-GPT/ALT 69-bilirubina totale 0,2-bilirubina diretta 0,1-sodio 141-potassio 4,3-toponina 0,01
Indice di siero assenza di emolisi
indice itterico assenza di interferenza da ittero.

Eseguo anche un rx torace: non si evidenziano lesioni pleuroparenchimali in attivita'.FCV nei limiti.
Mi viene diagnostica una gastrite.

Vi chiedo cortesemente un vostro parere sulle possibili cause di questi dolori continui.La familiarita' per malattie cardiache in casa mia e'molto elevata,mio padre ha subito 2 interventi di by pass e avuto due infarti.Nonostante visite e controlli questi sintomi si ripetono e la mia vita ne risente sia a livello fisico che soprattutto psicologico,ogni volta la paura di avere un infarto e'notevole.Nella tempistica delle visite effettuate sono secondo voi necessari ulteriori controlli a escludere malattie di tipo cardiaco o posso stare tranquillo e cercare le cause dei sintomi altrove? E se si su che esami posso indirizzarmi per una diagnosi?Mi scuso per essermi dilungato e aspetto una vostra cortese risposta.Distinti saluti e buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Boncompagni
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Ma come si fa, amico di Genova a scrivere un simile lunghissimo romanzo? Non voglio svilire i suoi disturbi, ma deve essere diverso il modo di rivolgersi a noi. Non possiamo fare visite per web. possiamo solo cercare di dare una mano. E per questo occorre la collaborazione di chi utilizza medicitalia.it con esposizione sintetica.

Premesso questo vedo di rispondere. Ansia sì. dolori osteomusoclari sì, cardiopatia non lavedo. C'è invece sicuramente il priblema della ipertensione arteriosa, che deve essere accettato e curato. Auguri e saluti cordiali.