Utente 147XXX
Gentili dottori, spero possiate aiutarmi a capire meglio cosa il mio corpo sta cercando di comunicarmi, presentando disturbi vari. Perdonatemi se ve ne faccio una piccola lista, ma mi auguro, con questa, di dimostrarvi la mia situazione nel modo più semplice possibile. I sintomi da me presentati sono i seguenti:

Mal di testa molto forti, spesso improvvisi, accompagnati da senso di rigidità del collo ed agitazione generale. Spesso inoltre avverto un formicolio diffuso a tempie e nuca, con pesantezza, come se dovesse presentarsi uno stato di svenimento che poi non giunge mai davvero.

La pupilla destra a volte si dilata maggiormente rispetto alla sinistra, specie la sera. La vista è buona, anche se a volte l'occhio sembra pulsare.

Formicolii alle mani, che poi diventan fredde. Non noto rivelanti cambiamenti di colore della pelle.

Improvvisi dolori alla bocca dello stomaco, con sudorazione accentuata e vertigini.

Periodiche, forti algie a basso ventre con dolore associato dietro la schiena.

Febbre pomeridiana che si assesta attorno ai 37.2-37.3 gradi con senso di testa che brucia.

Sangue vivo dall'ano al momento dell'evacuazione. Questo avvenimento è accompagnato da dolore, pertanto penso si tratti di un problema alla parte bassa dell'intestino, ma per sicurezza attendo comunque un vostro parere.

La mia età è di 23 anni, non fumo né bevo. Faccio una dieta varia, mi tengo in forma camminando almeno un'ora al giorno, non soffro di pressione alta. Tendo ad essere una persona ansiosa...e per questo il mio medico di famiglia non ha mai indagato con particolare cura le cause dei miei sintomi, ritenendoli di possibile natura psicosomatica. E' davvero così? Eppure alcuni sintomi, soprattutto, mi sembrano più fisici che psichici...

Al momento, vi ringrazio cordialmente per le risposte che potrete fornirmi.

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, come già consigliatole dallo specialista Neurologo in data 10 febbraio scorso va inquadrata la cefalea di cui da tempo soffre e che può essere accompagnata dalla sintomatologia descritta.
Poi di nuovo riferisce una sintomatologia sicuramente addominale che va indagata con una semplice visita da parte del suo curante o da un Proctologo (Chirurgo). Possono essersi formate delle emorroidi e/o una ragade causa del sanguinamento nella migliore delle ipotesi. Non sottovaluti questo sanguinamento che alla lunga può anemizzarla non poco (considerando anche il ciclo).
Da qui niente terapie ovviamente ma solo il consiglio di farsi prescrivere una consulenza neurologica dal suo Curante o scelga lei uno specialista Neurologo di fiducia per il primo problema che di certo non migliorerà da solo. Esistono diversi tipi di terapie per varie forme di cefalea che però andrà ben classificata.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio vivamente per la consulenza. Ho prenotato una visita neurologica per metà aprile, spero aiuti a far chiarezza su questi sintomi. Grazie di nuovo.