Utente 963XXX
Buongiorno a tutti, sono una ragazza, ho 21 anni e scrivo per avere dei chiarimenti su alcuni sintomi che manifesto da qualche giorno.Comincio dall'inizio: Tre giorni fa, mi è capitato di avere delle crisi di vomito durate un paio di giorni, ho pensato ad una forma influenzale e ho fatta delle iniezioni di plasil per bloccare il vomito. Fin qui, tutto bene,nel pomeriggio del secondo giorno sto già molto meglio, se non fosse per il fatto che da quella stessa sera comincio ad avere forti mal di testa, inizialmente nn mi preoccupo tanto( penso che sia una conseguenza delo stato influenzale), ma ora quel mal di testa continua e ciò che mi preoccupa nn è il dolore in sè ma la forma; mi spiego meglio: è un dolore che parte da dietro le orecchie e si propaga al collo, in alcuni momenti mi prende anche alle tempie,il dolore aumenta anche con leggeri movimenti del collo e dà una sensazione di stordimento, comincia soprattutto la sera, perdura per tutta la notte , è sempre presente al risveglio e tende ad alleggerirsi durante la giornata per poi riprendere la sera e ricominciare il ciclo!Spero di essere stata abbastanza chiara sui sintomi, vorrei solo avere un vostro parere !! potrebbe essere uno stato influenzale? una conseguenza dello sforzo del vomito? o altro?Giusto per dare un quadro più chiaro, aggiungo che sono asmatica e sono in terapia con : miflonide, serevent e formistin, anche se nei giorni in cui sn stata male ho sospeso la terapia. Ah ancora un'altra cosa , nn so se può essere rilevante, ma circa una settimana fa sono urtata abbastanza violentemnte con la testa sotto una mensola, con coseguente bernocolo, nn ho usato nè ghiaccio nè creme , ho lasciato che si risolvesse da solo! QUesto e tutto . Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità! Buona gionata a tutti!
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buongiorno,
non ci dice in tutto questo se la comparsa degli episodi di vomito siano stati accompagnati da febbre.
Se è pur vero che spesso il vomito può accompagnare una trauma cranico grave (non sembra il suo caso), qui vi può essere la coincidenza di un fatto inflenzale sovrapposto al trauma domestico.
Ovviamente da qui non le faremo mai una diagnosi differenziale e anche una semplice prescrizione di antiinfiammatori/antidolorifici per la sintomatologia presentata della cefalea va fatta solo dopo aver ben inquadrato il problema (proprio per la concomitanza col piccolo incidente) da parte del curante cui la invitiamo a rivolgersi.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 963XXX

Iscritto dal 2009
Egr. Dott. Alvino, innanzitutto la ringrazio per la sua tempestiva risposta. Allora, per quanto rigurda la sua prima domanda, no ,il vomito nn è stato accompagnato da febbre!per quanto riguarda l'eventualità di rivolgermi al mio medico curante, inizialmente nn l' ho fatto perchè ho un pò sottovalutato la cosa, ora vorrei, ma siamo in pieno week-end e i medici curanti sono difficilmente reperibili, cmq ..nel caso in cui il dolore dovesse contnuare, lunedi mi recherò dal mio curante ( ovviamente spero che intanto il dolore passi ). Grazie ancora ! Cordiali Saluti !