Utente 116XXX
Gentili Medici,
ho mal di gola da diversi giorni, un po' di catarro e naso tappatto. Ogni volta che mi soffio il naso perdo una piccola quantità di sangue. Stamattina mi sono svegliato con un forte mal di testa. E' possibile che soffiando il naso mi si sia rotta una piccola vena nel cervello? Provando a sforzare, come per soffiare, provo dolore alla fronte e alla testa.
grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si è "rotta la venuzza del naso" e non del cervello !

La sintomatologia fa parte della sindrome influenzale che
descrive. Stia tranquilla.
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Ho capito, grazie. Comunque non penso sia una sindrome influenzale: ho accusato i primi sintomi del mal di gola mercoledì sera, sono apparse le placche (ho preso flomax per il dolore), giovedì mattina ho iniziato una cura omeopatica (non avevo altri sintomi a parte febbre a 38° altalenante, alla sera ho preso un altro flomax). Venerdì mattina sono andato dal medico di base che mi ha prescritto antibiotico clavulin e flomax, che comunque non ho preso. Oggi le placche sono praticamente sparite, anche se la gola è ancora arrossata e gonfia. Da ieri accuso anche un po' di tosse, catarro e naso chiuso (ma non raffreddore, non mi lacrimano gli occhi ad esempio). Stamattina mi sono svegliato con un forte mal di testa pulsante (ma che ora è già quasi passato). Ogni volta che mi soffio il naso, da ieri, mi esce un po' di sangue.

Cordiali Saluti