Utente 149XXX
Buonasera. Sono un uomo di 30 anni, non fumo, ho una vita regolare. Da sempre ho avuto problemi di erezione nel rapporto sessuale. Raggiungevo cioè l'eccitazione durante i preliminari e nel rapporto orale, ma l'erezione scemava al momento della penetrazione. A seguito di ricorsi a diverse terapie di carattere psicologico e sessuologo che non mi hanno comunque portato ad una concreta soluzione mi sono rivolto ad un andrologo che mi ha consigliato e prescitto il cialis. Grazie a questo farmaco sono riuscito ad avere un erezione costante nel rapporto e a raggiungere il piacere sia mio che della mia patner. Ho costantemente e ripetutamente assunto cialis prima dei rapporti sessuali ed ho sempre avuto ottimi risultati. L'assunzione del farmaco è avvenuta per 3 anni circa "al bisogno". Da circa un mese però, pur assumendo Cialis, non riesco a mantenere piu' l'erezione che oggi si nega non solo all'"atto" ma anche negli stessi preliminari.
Ho effettuato a questo punto esami del sangue e relativi a TESTOSTERONE E PROLATTINA.
Il risulta ha evidenziato anomalia per i valori di FERRITINA, FOLATI e VITAMINA B12.
Riporto inoltre i risultati relativi al TESTOSTERONE 5,89 ng/ml e PROLATTINA 11,70 ng/ml.
Chiedo un Vostro aiuto e cortese risposta.
Grazie di cuore e Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
vedrei come poco verisimile le alterazioni a carico di FERRITINA, FOLATI e VITAMINA B12 come causa del suo problema. Gli ormonali paiono nella norma. Potrebbe forse essere indicatauna valutazione dell'emodinamica del pene, MA l'indicazione va data solo dopo colloquio andrologico.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

in parte la devo rimandare ai consigli già dati al precedente post inviatoci.

Detto questo poi, viste le nuove indagini che ci invia, le posso dire che da un punto di vista ormonale non esistono problemi importanti capaci di spiegare il suo attuale problema sessuale mentre sui valori della Ferritina, Folati e Vitamina B12 la devo rimandare al suo medico curante.

Da un punto di vista più strettamente andrologico invece, a questo punto, potrebbe essere utile riconsultare il suo andrologo per rivalutare la presenza di eventuali problemi vascolari a livello dei corpi cavernosi del pene.

Un cordiale saluto.