Utente 153XXX
Gentilissimi Dottori,
circa 13 mesi fa mia moglie inzia a lamentare bruciore nella zona vaginale e crampi al basso ventre, il bruciore aumenta dopo i rapporti.
Esegue tamponi vaginali, cervicali, analisi delle urine e delle feci, in più volte (gli ultimi un mese fa) tutti prescritti dal ginecologo. Nulla.
Sembra sana come un pesce, per quanto l’ecografia evidenzia degli arrossamenti per i quali vengono prescritte delle lavande.
Il problema non si risolve, per quanto l’intensità varia anche in funzione dello stile di vita di mia moglie: periodi più stressanti corrispondono a fastidi maggiori.
Mia moglie in gravidanza (ora nostro figlio ha 21 mesi) è stata soggetta a diabete gestazionale (tenuto sotto controllo attraverso l’alimentazione senza necessità di insulina). I due fratelli della madre sono diabetici.

A fine dicembre improvvisamente avverto un forte dolore al testicolo destro, il quale si gonfia molto. Il medico di famiglia mi prescrive Levoxocin per 7 giorni e aulin 2 volte a giorno per 5 giorni, la diagnosi è epididimite.

Risolvo.


A fine gennaio il problema ricompare nello stesso modo, stessa cura, risolvo.

Effettuo un tampone uretrale in un laboratorio privato 5 giorni dopo l’ultima dose di antibiotico, tutto negativo tranne stafilococco simulans.

Mia moglie nel frattempo manifesta sempre lo stesso problema.

Andrò da un andrologo.

Volevo chiedervi se c’è secondo voi qualche correlazione tra il mio problema e quello di mia moglie. Se possiamo continuare ad avere rapporti. Se c’è qualche esame che potreste consigliarci.

Grazie per la cortesia

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
potrebbe esserci correlazione fra il suo problema e quello della moglie, come no. In ogni caso protegga i rapporti con prfilattico fino a guarigione e rifaccia controllare la moglie dal ginecologo dopo i suoi episodi infettivi al testicolo.
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore per la tempestività.
volevo specificare che io al momento non manifesto alcun problema.
dopo aver trovato lo stafilococco simulans non ho più effettuato cure, in quanto dopo l'ultima terapia antibiotica non avevo più sintomi.
che devo fare, un altro tampone?
a mia moglie lo stafilococco non è mai stato trovato.
che significa?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Quello che significa non lo so, che quel batterio potrebbe anche essere innocente, quello che serve è mettere fisicamente una mano su prostata e testicoli per valutare che non vi siano infiammazioni in essere. Gli esami non servono a nulla senzas quadro clinico.