Utente 153XXX
Salve
sono un ragazzo (abbastanza timido e solo) di 17 anni e ho il pene curvo verso il basso, di parecchi gradi direi. Mi sono informato su internet e anche di persona da un andrologo su come risolvere questo problema e intanto premetto che il mio problema non è tanto psicologico quanto funzionale..infatti, non avendo MAI fatto l'amore con nessuna ragazza (non avendone mai avute...) non so se la mia curvatura (che, se non ho sbagliato nel misurare, è di 45° ± 5° circa) potrebbe causare impossibilità nell'avere un rapporto sessuale!
Inoltre, le misure del mio pene non le riesco a prendere bene bene..io pensavo di usare un metro da sarto per misurare l'estensione del pene lungo la curva e precisamente pensavo di fare così: essendo curvo verso il basso, pensavo di misurare la parte di sopra del pene (più lunga) e poi quella di sotto (più corta) con il metro da sarto.. ho pensato questo perchè, nel caso mi operi con intervento chirurgico del tipo che tagliano una parte di pene (nel mio caso, il lato di sopra), almeno saprei di quanto dovrebbero tagliare al massimo per eguagliare il lato di sopra a quello di sotto...e il risultato delle misure è stato sconcertante (quindi le rifarò sicuramente): il lato di sopra sembra misurare 20 cm partendo dalla base del pene, il lato di sotto sembra essere di 13 (massimo 14) cm..ora, voglio aggiungere che rifarò queste misure di sicuro per essere certo dei numeri, però diciamo che, se non è necessario e credospero che non lo sia, a me non me ne frega di avere il pene dritto perfetto..a me interesserebbe sodddisfare A DOVERE la mia passione verso quella, o quelle, che sarà la mia ragazza e ciò implicherebbe il poter praticare le posizioni che più ci aggradano, per esempio quella del missionario che, ora come ora, credo sarebbe impossibile a causa della direzione del mio pene.. quindi, (mi sono un po' dilungato, scusate) io vorrei sapere se si possono fare richieste a chi opererà o a chi altro per ottenere un accorciamento ridotto a scapito del livello di correzione della curvatura (entro livelli soddisfacenti, ovviamente..chessò, tipo 20 gradi?)..detto per inciso: a me PIACE averlo NON dritto, immagino che sia anche più stimolante così! e piuttosto che averlo corto da vergognarmene, preferirei averlo lungo normale e un po' curvo, se possibile.. tanto nessuno ce l'ha dritto.. cosa ne pensate?
Inoltre, vorrei sapere se mi conviene fare l'operazione adesso che sono giovane oppure se non cambia niente farla fra TOT anni, cioè quando scoprirò che non riesco a fare l'amore.. Vi ringrazio in anticipo e spero in risposte positive! Incrocio le dita! Buonasera.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro ragazzo,a questo punto,la prima cosa da fare e' fotografare il pene in erezione e,con le foto,contattare uno specialista che,con l'ausilio di indagini strumentali peniene (ecolordoppler dinamico),sapra' chiarire tutti i dubbi sia legati alle dimensioni che,principalmente,sull'incurvamento.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dr. Izzo, ma non ha risposto ai miei dubbi, che erano principalmente:

- fare l'intervento adesso, a 17/18 anni, è lo stesso che farlo fra 10 anni? (facendo finta che non farò sesso da adesso fino a 10 anni)

- si può chiedere di farlo tagliare non più di TOT cm? (nel mio caso pensavo non più di 2 cm)

- è corretto pensare di misurare il lato sopra e il lato sotto del pene per vedere di quanto sono differenti?

- in media di quanto si accorcia il pene? (non ditemi che si accorcia di pochissimo, perchè so che non è vero.. io ho anche detto quant'è la curvatura approssimativamente, calcolata in base alle foto che mi sono già fatto e che ho già mostrato ad un andrologo, il quale mi ha detto che di solito si perdono 3 o 4 cm..)
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...se ha già chiarito tutto con lo specialista reale,cosa vuole che Le dica da questa postazione,se non che ritengo impensabile programmare dieci anni di inattività,per poi decidere se operarsi o meno?!A che serve misurarsi ventralmente e dorsalmente?!La riduzione media del pene é intorno ai 2-3 cm...E' chiaro che il giudizio probante e devisivo sarà sempre quello del chirurgo operatore. Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Quello dei 10 anni di inattività non era una programmazione, bensì un esempio...il concetto che volevo esprimere è: se mi opero adesso o fra 10 anni, l'esito sarà positivo alla stessa maniera?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...se e' stata proposta una terapia chirurgica,non ha senso posticipare l'intervento.Cordialita'.
[#6] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi, ma non intendevo farle capire che ho già fissato un intervento! Piuttosto, voglio solo chiedere: se lo facessi adesso o fra 10 anni, l'esito positivo sarebbe penalizzato a causa dell'età? Il che vuol dire: un'operazione del genere è meglio farla il prima possibile o non importa se la faccio adesso o fra 10 anni? (spero che stavolta sia chiara la domanda)
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la domanda era ed e' chiara ma palesemente aleatoria.Comunque,se aspetta dieci anni,non succedera' nulla di diverso rispetto ad oggi.Cordialita'.