Utente 140XXX
Vi prego aiutatemi a capire,spiegatemi qualcosa, non ditemi di andare da urologi perchè ne ho girati 4: 2 mi hanno detto che non ho prostatite , e 2 prostatite non batterica.Qua in calabria la sanità è un disastro.Vi racconto la mia storia clinica.Allora,5 mesi fa avevo dolori perineali,al basso addome,bruciore durante l'urina e l'eicoagulazione,dolori al'inguine:tutto cio mi e successo dopo una serie di rapporti orali(ed ho avuto scarsa igiene)addirittura dopo aver raggiunto l'eicoagulazione non mi sono lavato per almeno 12 ore)Dopo sono andato dall'urologo e mi ha diagnosticato tramite esplorazione rettale una prostatite, mi ha dato come cura x 3 mesi permixon e topster;dato che non mi ha dato antibiotici deduco che l'urologo non crede che io abbia una prostatite batterica,successivamente ,informandomi e leggendo ho deciso di farmi spermiogramma e spermiocoltura,il primo tutto ok,allo spermiocoltura è risultato un germe klebsiella pneumae .Ora io dico dato che ho avuto scarsa igene,e dato che ho letto che la prostatite puo venire dal canale urinario(scarsa igene)dato che ho letto che la prostatite batterica acuta è una infiammazione della ghiandola prostatica causata da un infezione da parte di batteri quali Escherichia coli o klebsiella, ed a me al liquido seminale hanno trovato la klebsiella,non è che io ho la prostatite batterica?dato che la cura non mi ha funzionato ?Io non ho mai avuto febbre,può essere che uno ha una prostatite batterica o cronica senza febbre?devo dire anche che io per curare la klebsiella di testa mia x 20 giorni ho preso unidrox.
La prostatite batterica acuta (PBA) è una infiammazione della ghiandola prostatica causata da un infezione da parte di batteri quali Escherichia coli o klebsiella. Severe complicanze possono svilupparsi se non viene trattata subito. La PBA può anche essere mortale se l'infezione batterica non viene trattata e si diffonde alla circolazione sanguigna (sepsi).
La prostatite batterica cronica (PBC) è un'infezione - infiammazione ricorrente della prostata e dell'apparato urinario. I sintomi sono meno severi di quelli legati alla prostatite batterica acuta.

La prostatite non batterica è una infiammazione della prostata senza infezione batterica.

La prostatodinia, a volte denominata anche sindrome dolorosa pelvica cronica (CPPS), è caratterizzata da sintomi simili a quelli di una prostatite in assenza, tuttavia, di una infiammazione o infezione batterica.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la spermiocoltura serve a far saltare fuori falsi positivi, per cui non vi darei molto peso se il numero di leucociti nello spermiogramma è inferiore ad 1.000.000/ml. Le dico che le infiammazioni prostaiche mai vista una mortale, che di prostaite si guarisce, magari chieda se fenomeni ansiosi possono essere alla base dle suo caso, eviti thè, caffè, alcoolici e piccanti e segua un solo collega che tanto miracoli con la sua patol,ogia non se ne fanno,
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore io sono andato da urologi diversi uno mi ha detto che ho prostatite batterica l'altro invece una prostatite abatterica,io ho fatto una spermiocoltura ed è risultata ua klebsiella pneumanoe al liquido seminale ora vorrei semplicemente sapere se questa è la prova certa che la mia prostatite è di origine batterica,dato che ho letto che la prostatite acuta (PBA) è una infiammazione della ghiandola prostatica causata da un infezione da parte di batteri quali Escherichia coli o klebsiella.Praticamente io ho paura che una prostatite batterica non curata con antibiotici mi abbia causato una prostatite batterica cronica perchè mi sono ritornati i dolori che avevo curato 4 mesi fa.Posso avere ansia (come del resto la maggioranza della popolazione)però certamente i dolori non me le invento.Vorrei solo risposto a questa domanda tutto qui?grazie
[#3] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
I leucociti sono 600.000-elementi di linea germinativa =rari -Corpuscoli prostatici=numerosi -morfologia spermatozoi forme tipiche=36% forme atipiche=64% volume=2,4ml(valori riferimento=>2,0ml ph(v.n7,2-8,0)=7,6 aspetto=proprio viscosità=nei limiti fluidificazione=fisiologica concentrazione x ml(oligozoospermia<20.000.000/ml)=46.000.000 totale x eiaculato:110.400.000 MOTILITà spermatozoi rettilinea veloce2h=18,2% 4h 15% rettilinea lenta:2h=7,6 4h=5,4 discinetica=2h=7,5 4h=5,9 Questi sono i valori,però bisogna tener conto che ho un varicocele di 3 grado.
[#4] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009



II Tipo: Prostatite cronica batterica



Malattia erroneamente ritenuta poco comune (in realtà non lo è) e poco studiata . "NON GRADITA " negli ambulatori di urologia. Le cause non sono chiarite e c'è uno scarso interesse verso i pazienti considerati "ipocondriaci" , "depressi"…"malati immaginari" pur denunciando una malattia che in effetti incide profondamente sulla propria qualità della vita al pari dei pazienti affetti da angina o infarto.…..Nonostante questo anomalo comportamento del medico/urologo la prostatite cronica batterica è la patologia che causa la richiesta di aiuto urologico più frequente negli uomini al di sotto dei 50 anni (percentuale stimata di prevalenza dal 5 % al 9 %). I sintomi sono molto più sfumati, dotati di meno acuzie, ma diluiti nel tempo. Questo perché i germi hanno colonizzato la ghiandola ma non in maniera consistente: sono presenti quando di più, quando di meno. Sulla base di queste oscillazioni si costruisce il quadro clinico della prostatite cronica. La febbre non e presente; il grado di deficit erettivo e di ejaculazione precoce è molto variabile e spesso soggettivo, anche se spesso l'associazione con l'ejaculazione anche molto precoce è frequente; il dolore viene avvertito come senso di fastidio, presente sopra il pube oppure ad uno o ad entrambi i testicoli, dando luogo a epididimiti , (con quadri ecografici eclatanti di cisti della testa dell'epididimo ), o nell'area perineale.


La congestione dei vasi pelvici sempre presente (anche questa evidenziabile ecograficamente con dimostrazione delle ectasie dei vasi prostatici) è responsabile della comparsa di varicocele e/o idrocele mono o bilaterale (secondario /postinfiammatorio) . Anche in questo caso possono essere presenti segni di sangue fresco o degradato nello sperma ( ematospermia recente o coagulativa) generalmente di grado medio-levie o microscopico, ma talvolta anche di grado elevato; spesso è presente ipersensibilità al glande di grado molto variabile
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non so darle risposte, non posso darle risposta che di qua diagnosi non si può fare per linee guida del sito, dell' ordine dei medici, del codice penale, e via discorrendo.
I legami fra prostaite ed ansia sono codificati, per cui tant' è. Io non so come lei sia di qua. Quanto al minitrattato sulle prostaiti la ringrazio, maè alquanto impreciso. Non si arrabbi, che sembra che propriolo sia. Di qua le stiamo offrendo quello è possibile e gratis.
[#6] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Dottore mi scuso se rispondo ripetutamente,questa sarà la mia ultima risposta.1)se lei dice che da internet non si possono fare diagnosi sulla prostatite allora perchè mi diagnostica l'ansia?2)se nel liquido seminale vedo tipo puntini neri,che sembrano filetti è normale che sia preoccupato?se il primo medico che (x non dilungarmi troppo non avevo scritto precedentemente)mi aveva dato degli antiinfiammatori che non c'èntravano niente con la prostatite e questi mi hanno provocato ulcera allo stomaco è assolutamente normale che sono preoccupato.Infine io mi sto affidando a medici diversi perchè noto che sbagliano e si contraddicono molto,alcuni mi dicono che ho prostatite abatterica,altri prostatite batterica,a chi devo sentire dato che non posso rischiare di prendermi antibiotici dato che ho problemi allo stomaco.Se la prostatite è batterica io non posso rischiare durante rapporti sessuali di infettare la mia ragazza(ho i scrupoli)in poche parole quali sono gli esami che devo fare x sapere certamentese ho la prostatite cronica batterica?Lei se rispondere mi dira di affidarmi ad uno specialista,ed io come ho gia scritto mi sono gia affidato a 4 medici che mi hanno solo rovinato