Utente 231XXX
Il ginecologo qualche mese fa mi ha diagnosticato dei condilomi.
Li ho curati con la pomata Aldara e le "creste di gallo" sono andate via.
Avendo cmq spesso un gran prurito e per paura che potessero ricomparire, mi sono messa a navigare ed ho letto delle cose su questo virus che mi sono poco chiare.
Avrei quindi qualche domanda da fare, visto che questa cosa mi mette molta paura.
1. E' VERO CHE DA QUESTO VIRUS NON SI GUARISCE MAI?
2. ora che le "creste di gallo" sono scomparse, il mio partner può essere cmq contagiato da me?
3. in futuro potrò avere problemi in gravidanza?
4. E' possibile che le "creste di gallo" ricompaiano?
Spero di ricevere presto una vostra risposta, perchè non posso imparare a convivere con questo problema se non lo conosco per niente.
E la cosa mi mette molta ansia.
Mille grazie anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
1) Si guarisce anche se sono possibili reinfezioni
2) no se le lesioni sono guarite clinicamente comunque e' altamente consigliabile l'uso di un profilattico almeno per 2-3 mesi
3)No ma comunque prima di intraprenderla si faccia controllare nuovamente
4)Si ma per una nuova infezione.

saluti
[#2] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
G.le pz
i condilomi acuminati o verruche genitali sono causati dal virus del papilloma umano(HPV),sono tra le piu' comuni malattie sessualmente trasmissibili(MTS),e molto spesso sono a livello subclinico.Alcuni ceppi di HPV sono associati fortemente con displasia e carcinoma squamocellulare,da cui ne discende la necessita' di comtrollo-sorveglianza per lesioni precancerose.Questo lo potra' agevolmente fare eseguendo una citologia cervicale all'anno-PAP test.Vi sono altre indagini,alcune difficili da fare di routine(il suo ginecologo o dermatologo sapra' consigliarla).
La terapia principale e' la rimozione diretta delle lesioni visibili,al fine anche di ridurre carica virale e trasmissibilita';i patner vanno visitati ed eventualmente trattati.Utile il preservativo fino a risoluzione del dubbio diagnostico.Vanno fatti tutti gli esami per sifilide,gonorrea,HIV,epatiti,etc,per scrupolo.
Durante la gravidanza c'e' un impulso all'aumento elle lesioni,quindi prima di iniziarla deve essere fatta una bonifica accurata.
Detto questo basta che una volta trattata e "guarita"stia attenta a rapporti non sicuri e che esegua gli esami di cui sopra e vedra' che dopo alcuni risultati negativi per HPV,anche la sua ansia passera'
Cordialita'