Utente 232XXX
siamo una coppia matura (44 anni lei, 48 lui) in cerca di un figlio; come primo esame il mio compagno ha eseguito lo spermiogramma di cui non ho l'esito a disposizione; però ho parlato con il medico che mi ha spiegato esserci solo un 1% di spermatozoi con forme idonee. potrebbe spiegarmi cosa significa, quante possibilità ha di essere fertile e cosa comporta, in caso di fecondazione, l'utilizzo di spermatozoi con forme anomale. tengo a precisare che il test dell'ormone antimulleriano fatto da me ha dato esiti scarsi per cui il medico ha consigliato di non agire a livello di stimolazione ormonale, ma di cercare di prelevare la cellula nella fase di ovulazione naturale, il che comporta già una percentuale da parte femminile molto bassa di riuscita. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,i dati che ci trasmette sono talmente scarsi che,da questa postazione mediatica,non ci si puo' esprimere nel merito di un caso cosi' tecnico,legato,principalmente,alla eta' matura della coppia.La percentuale, invero molto esigua,delle forma tipiche degli spermatozoi,riduce ulteriormente le possibilita' di esito positivo della stessa.Va sottolineato, comunque,che la teratozoospermia e' la caratteristica maggiormente presente nel maschio maturo in cerca di un figlio.L'utilizzo di eventuali spermatozoi malformati non crea problemi prevedibili sul nascituro,bensi'
impedisce la fecondazione e la successiva gravidanza.Non ci fornisce alcun
dato circa gli esami ormonali,genetici e di biologia molecolare,oltre a
quelli relativi alla prostata,che sicuramente,Suo marito avra' eseguito,per cui altro non saprei dire.Cordialita'.