Utente 145XXX
Buongiorno,
alla fine di questo mese dovrei sottopormi ad una visita proctologica, per condilomatosi...

Potreste dirmi come avviene la visita?

Sono molto imbrazzato per questa tipologia di visita, non vorrei sottopormi a tale visita perchè sono molto pudico però se si tratta di una questione di salute!!!

Grazie e buon lavoro





Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Visita proctologica vuol dire che il Medico (spesso Specialista in Chirurgia) dovra' visionare e valutare l'ultima parte del canale anale nonche' la regione cutanea nelle vicinanze del medesimo. Per fare cio' si potrebbe anche avvalere dell'aiuto di uno strumento (proctoscopio) che consente la dilatazione e l'illuminazione delle pareti del canale anale e quindi la visione di un tratto dello stesso.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
La ringrazio per la sua domanda ,spesso consigliamo la visita coloproctologica e la proctoscopia ai nostri pazienti, lei con la sua richiesta ci permette finalmente di chiarire in che cosa consite la visita Coloproctologica e la Proctoscopia.
Iniziamo dicendo che non è necessaria alcuna preparazione e la visita prevede, sempre, una esplorazione digitale rettale ed eventualmente, se esistono patologie "concomtanti", può esser completata da una visita ginecologica, questo per avere sempre una completa visione del pavimento pelvico.
L'esplorazione digitale rettale viene eseguita facendo decombere il paziente sul fianco sinistro con gli arti inferiori flessi sul bacino, si assicura il paziente che l'esame non è doloroso e che, in ogni caso, sarà interrotto se procura dolore.
Sempre in tale posizione si esegue la proctoscopia, il proctoscopio è uno strumento rigido con un diametro ed una lunghezza dedicati all'ampiezza del canale anale ed all'ampolla rettale, questo preventivamente lubrificato, viene introdotto nel retto, permettendo al coloproctologo di visionare, direttamente o tramiti immagini trasmesse su un monitor, il canale anale ed il retto e di poter fare una diagnosi di eventuali patologie anorettali.
Anche questo esame non è doloroso, dura pochi secondi e verrà interroto, immediatamente, se eventualmente dovesse provocare dolore.