Utente 153XXX
Gent.mo Dottore,
ho 42 anni.
Ho eseguito degli esami del sangue per controllare un po' i valori legati al fegato che da diversi anni sono alterati, o meglio i GOT e i GPT a volte sono normali, altre volte sono elevati (got intorno a 50 e gpt intorno agli 80), con GGT sempre normali fino a circa 3 anni fa. Infatti dal 2006, le GGT sono sempre intorno ai 110 (valori normali 8-61). Ho eseguito anche diverse ETG all'addome superiore, ma i valori sono sempre risultati nella norma.
Devo dire che ho anche il colesterolo sempre abbastanza alto(intorno ai 280 di colesterolo totale: circa 180 ldl e 80 hdl).
Dalle ultime analisi fatte, il ca125 è risultato 41 (valori normali <35) mentre due anni fa era di 15 e sono molto preoccupata, visto che ho perso mio padre 1 anno fa per un carcinoma gastrico e questo valore era alterato. Cosa devo fare? L'ultima gastroscopia l'ho eseguita ad ottobre del 2007 ed era tutto normale. Spesso ho dei forti mal di pancia, infatti nell'ottobre 2008,ho eseguito anche una colonscopia (fino al cieco) ed era tutto normale, ma anche il ca 125 era normale(15). Cosa mi consigliate? Ho anche consultato un ginecologo per controllare le ovaie, e dopo la visita con ecografia intravaginale mi ha detto che è tutto nella norma.
Come si controlla il peritoneo? Aspetto notizie in merito.
Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi dispiace deludere le sue aspettative da un consulto attraverso lo strumento telematico che non consente di dare valore a disturbi così vaghi ed aspecifici senza un confronto reale tramite una visita, che sicuramente ,oltre a quella ginecologica, ha già fatto, perchè qualcuno, e non Lei, avrà pur posto l'indicazione alla gastroscopia e colonscopia.

Per quanto riguarda i marcatori tumorali , si tratta di marcatori aspecifici e incrementi (quasi nella norma) come quelli che allega non hanno alcun valore perchè possono incrementarsi anche quando il tumore non c'è.

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=39170