Utente 153XXX
Salve
da diversi anni mi trascino un problema che penso si sia ormai cronicizzato e che nonostante tante visite e terapie non sono mai riuscito a risolvere. Diversi anni fa ho cominciato a sentire dei fastidi nelle zona scrotale, alle vie seminali e/urinarie ed al prepuzio e ho cominciato a fare alcuni controlli, esame delle urine in primis.
Non risultando niente di anomalo ho continuato a fare i seguenti controlli:

* ecografia scrotale: è uscito un varicocele di 1° grado
* spermiogramma / spermiocoltura: bassa mobilità e staffilococco aureus

Mi è stato prescritto un ciclo di antibiotici ma dopo un pò i dolori/fastidi sono ritornati per cui ho rifatto un nuovo spermiogramma/spermiocoltura da dove
invece è uscito un altro batterio, lo stafilococco epidermidis, per cui altro
giro di antibiotici molto pesanti.

Nonostante siano passati diversi anni i problemi sono aumentati sempre di più.
Da quando ho cominciato ad avere questi problemi, il prepuzio, in fase di
flaccidità è come caduto, invecchiato, diselasticizzato, seccato, disidratato.
La sensazione è che all'interno del gambo ci sia un qualcosa di infiammato perennemente. E' come se il prepuzio fosse un corpo estraneo, come se volesse staccarsi e il fastidio è costante (seduto, a letto, alzato). Devo dire però che il fastidio più grande è internamente, nelle pareti cavernose che sembrano essersi rammollite.
Ovviamente non mancano bruciori scrotali, o alle vie seminali ma ormai con quelli ho imparato a convivere anche se me li trascino da anni.
Non ho problemi in fase di erezione ma quando il pene ritorna in stato di flaccidità solo il dover mettere gli slip (che premono) mi provoca molto fastidio e disagio. Per rendere meglio l'idea è come se il gambo fosse tutto infiammato e sembra stia perdendo sempre più sensibilità. Il fastidio a volte è anche alla base del gambo ma al prepuzio invece è sempre.
Inoltre:

* mentre prima l'urina aveva un flusso rettilineo, adesso lo è molto meno.
* non riesco ad espellere l'ultima parte di urina che adesso rimane in gambo
* con la mia ragazza, mi basta solo una semplicissima erezione ed esce proprio subito liquido prespermatico (e prima non era così)

Non so più dove sbattere la testa, che esami fare, a chi rivolgermi. Ad una visita urologa mi è stata diagnosticata la prostata congestionata ma la terapia
non ha risolto niente. I bruciori me li terrei ma il fastidio del prepuzio (quella mollezza interna) mi sta pregiudicando la qualità della vita.

Vorrei un consiglio su quali esami fare, quale medico consultare che hanno avuto pazienti con lo stesso mio problema perchè con gli specialisti consultati non ho avuto molta fortuna.

Inoltre devo dire che sono un ragazzo molto ansioso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente è possibile che ci sia ancora infiammazione alla prostata il consiglio è sempre quello di andare da un urologo