Utente 357XXX
Cari dottori,
ho 21 anni e da 6 mesi a questa parte ho problemi nel mantenere un'adeguata erezione tale da poter affrontare un rapporto sessuale.
tutto è cominciato quando quest'inverno ho avuto dei rapporti frequenti con una ragazza straniera che è venuta apposta per me per una settimana, durante la quale abbiamo avuto rappori sessuali ogni giorno e più volte al giorno.una volta partita, per 2 mesi non ho avuto la ragazza e guardavo parecchi video pornografici con relativa masturbazione, 3-4 volte al giorno.
Una volta avuta la ragazza, ho fallito per la prima volta nella mia vita, ossia non sono riuscito a raggiungere l'erezione.pensavo fosse causa dell'eccessiva masturbazione, così ho fatto passare un po di tempo senza "toccarmi", ma niente da fare.
mi sono così rivolto da un medico che mi ha prescritto una spermiocultura che ha dato esiti tutti molto buoni, tranne che per i leucociti che erano 6.000.000.sono stato dall'andrologo e mi ha riscontrato una PROSTATITE, mentree il tampone uretrale ha riscontrato la presenza di NUMEROSE COLONIE DI ENTEROCOCCUS FAECALIS.il dottore mi ha così prescritto una prima cura di setriox e ora di levoxacin.da quando ho iniziato la cura va un po' meglio, anche se non mi sento ancora pronto per avere un rapporto.secondo voi è l'infezione la responsabile della mia mancata erezione? o può centrare qualcosa il fatto della masturbazione?vorrei solo aggiungere che ho un'estrema facilità nel raggiungere l'erezione, ma non a mantenerla.ed inoltre ho un frequente impulso a raggiungere l'orgasmo, anche quando il pene è in totale fase di quiete.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro signore,
lei probabilmente ha una prostatite e come tale va trattata, per tanto la terapia nella fase acuta va bene, però le consiglio di ritornare dal suo urologo per farsi dire anche le aventuali contromisure per evitare che ci siano delle ricadute
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro ettore,

senta il parere del suo curante anche se non mi convince molto la diagnosi di prostatite
Riprenda quando possibile la attività sessuale ma con ritmi "normali"
cari saluti