Utente 101XXX
buonasera, volevo porre alla vs attenzione il seguente quesito...è mai possibile che per scoprire un tumore (al 99% maligno) di cm 1,2 (forse multicentrico) si sia dovuti riccorrere ad una RM mammaria ma soprattutto ad una mammografia tridimensionale multistrato (tutto a pagamento) perchè dalle analisi normali (mammografia ed ecografia) non risultava ne è stato possibile appurarlo tramite ago aspirato (effettuato ma inutlile in quanto non è stata tovata l'area interessata... se si quanto questo può aver influito su un discorso di prevenzione visto che la persona interessata non mostra nessun segno ne segnali atti a pensare di poter avere un tumore al seno? dalla RM e dalla mammografia multistrato si vedono eventuali metastasi o linfonodi che possano far pensare ad un male molto più esteso tipo polmoni, ossa ecc...???
vi ringrazio per le delucidazioni che seguiranno e mi complimento per tutto ciò che fate non so chi sia l'ideatore di questo sito e di questo servizio ma dovrebbero farlo "santo"
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Come ha posto Lei il quesito è incomprensibile. Dovrebbe
sinteticamente esporlo allegando i referti dei singoli esami strumentali.

In linea teorica SI è possibile che la RM "veda" un tumore
non rilevato dalla ecografia e mammografia

Essa infatti permette di identificare tumori non altrimenti riconoscibili con i test tradizionali, ma purtroppo evidenzia anche un discreto numero di aree falsamente sospette.

http://www.senosalvo.com/prevenzione/eco%20cito.htm
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
buonasera Dr. Catania, sono sempre io, avevo già comunicato con lei su un'altro post (delucidazioni in merito ad esami dove ci sono tutti i referti del caso) so che probabilmente sarà pressochè impossibile che lei ricordi vista la quantità di mail che ricevete ogni giorno...cercherò per quanto mi sia possibile di essere più chiaro, si parla sempre più spesso di prevenzione per quanto riguarda i tumori al seno, si dice che prima vengono scoperti tanto maggiore è la possibilità di guarire del tutto da questa maledetta malattia...ora mi chiedo: è mai possibile che dopo dei controlli (mammografia ed ecografia mammaria) dopo le visite effettuate tramite palpazione da un radiologo, un senologo ed un oncologo non si sia venuti a capo di un tumore alla mammella? è stato evidenziato questo problema solo dopo una RM (seguita poi da un'ago aspirato che ha portato tra le altre cose un ematoma che dura da un mese...e che ha dato risultato negativo perchè privo di cellule da esaminare) e confermato da una mammografia multistrato effettuata a pagamento in un centro specializzato dove risulta esserci una zona interessata di cm 1,2 piu microcalcificazioni ed una possibile multicentricità con annessa neo angiogenesi...non sappiamo ancora quanto questo tipo di tumore sia pericoloso ne se siamo riusciti a prenderlo in tempo (magari mi dirà cosa ne pensa se le è possibile)...la sola cosa che mi sembra di capire è che se anche uno osserva tutte le precauzioni del caso spesso succede di trovarsi con falsi risultati che rimandano un problema che invece esiste già...tutto qui...
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ho risposto sì che sia possibile perchè non esiste un esame la cui attendibilità si avvicini al 100%.
Purtroppo quella percentuale pur bassa di falsi negativi finiscono per pagare le conseguenze dei limiti strumentali diagnostici a disposizione.

E nel suo caso, non lo prenda come beffarda la mia considerazione, si ci può persino rallegrare perchè alla fine si è arrivati ad una diagnosi tramite la RM.

In altri ancora più sfortunati, stante la negatività dei primi esami, ci si ferma e si arriva a diagnosi ancora più tardive.

Comunque ancora non si può dire nulla sullo stadio e caratteristiche biologiche della malattia. Nel senso che nonostante il ritardo è possibile che la scoperta sia stata fatta in tempo utile.

Ci aggiorni se lo desidera.
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ho riletto il suo post precedente e adesso mi ricordo bene

Al # n 19 io le avevo risposto


"Non comprendo il senso della sua domanda :
la mamografia aveva rilevato
>>con pseudonodulo della giunzione QQ SUP MAMM SX >> "

Quindi la mammografia aveva rilevato un "nodo dubbio"

Non riesco a seguire questa vicenda del tutto.
[#5] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
infatti, ma di seguito fù effettuata un'ecografia che non rilevò nulla di preoccupante...ecco perchè ci dissero che non si trattava di nulla e che avremmo dovuto ripetere le visite l'anno successivo...in effetti tanto la mammografia quanto l'ecografia fatte ad inizio 2010 restano sovrapponibili alle precedenti, ossia non vi è differnza alcuna...ora la batosta tra capo e collo con la paura di non essere arrivati in tempo nonostante tutti i controlli e le attenzioni del caso!!! è chiaro che vi terrò aggiornati anche perchè siete non solo le persone che per prime riescono a dare delle risposte alle domande ma riuscite a farlo in modo estremamente umano e competente..ora andiamo dall'oncologo, grazie al cielo sembra da voci ricorrenti e dalle ricerche effettuate anche su internet che sia uno dei migliori sulla piazza di Roma e non solo...incrociamo le dita...ci sentiamo presto e grazie per tutto
[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprendo bene il suo...risentimento. Ma ci sarà tempo e spazio per elaborarlo. Ora occorre rimboccarsi le maniche
e andare avanti. Se il nodo è di soli, si fa per dire, 1,5 cm e se il tempo di crescita è quello che si evince
dalla storia che ci ha raccontato, abbiamo diversi elementi per alimentare un cauto ottimismo.
[#7] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
eccomi Dr.Catania dopo la visita con l'oncologo...in realtà il nodulo è di cm 1,2 e per il momento mi godo qualche ora di sano ottimismo...infatti dopo aver visto gli esami il Prof che ha in cura mia madre da 12 anni ha semplicemente detto che non si tratta di nulla di estremamente preoccupante e che a meno che non sia uno di quei tumori maledetti il tutto si risolverà senza tanti problemi...non intendiamo abbassare la guardia nemmeno per un attimo e come sempre vi terrò aggiornati su ogni sviluppo sperando di potervi dare buone notizie e di regalare anche a voi l'accenno di un timido sorriso...è il solo modo che ho per ringraziarvi per tutto quello che fate e non parlo soltanto di voi come staff di medicitalia...ma di tutti coloro che come voi dedicano la propria vita per il bene delle vite degli altri e dei loro famigliari. ci sentiamo presto sperando di trovare su questo sito solo persone entusiaste e felici per aver avuto salva la vita dei propri cari anche grazie a persone come voi. GRAZIE aggiungere altro sarebbe superfluo.
[#8] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Eccomi di nuovo....finalmente dopo mille peripezie siamo riusciti ad ottenere risposte...scrivo di seguito il referto dell'agospirato sostenuto per la seconda volta...
DIAGNOSI:
presenza di elenti neoplastici di piccole dimensioni con nucleo eccentrico. C5

ora: so purtroppo cosa sognifica il C5 ma eravamo preparati ciò che non capisco cosa vuol dire con nucleo eccentrico...calcolando che stiamo parlando di un nodulo di cm 1,2 qual'è il Vs pensiero in merito?
Un'ultima cosa...sotto alla diagnosi ci sono delle sigle seguite da numeri le trascrivo...sareste così cortesi da delucidarmi in merito???

SNOMED
T-04000 M-85203
Grazie mille
[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sono dei codici che a Lei interessaranno poco.

Il referto è chiaro : C5 (Cellule tumorali maligne).

Ci aggiorni pure.
[#10] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille per la tempestiva risposta...lunedì si và dal chirurgo, ci dirà lui come e cosa fare...ma per quanto riguarda invece il....nucleo eccentrico...cosa significa? grazie ancora
[#11] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera, vi aggiorno in merito alla situazione di mia mamma, martedì scorso hanno effettuato l'intervento, quadrantectomia. il nodulo era di cm 1.3 ed il linfonodo sentinella era privo di cellule neoplastiche....aspettiamo per le risposte dell'esame istologico...sembrano comunque buone notizie....che ne pensate? Grazie
[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sin qui senz'altro
[#13] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
bene...:D come sempre gentilissimo e veloce, grazie mille. Una domanda se posso...quali sono i casi in cui questo tipo di tumore può risultare davvero estremamente rischioso...voglio dire nel caso di mia mamma potrebbe trattarsi di un tI viste le dimensioni e l'assenza di cellule neoplastiche nel nodulo sentinella...quali potrebbero essere i fattori di rischio più grandi? Ho sentito parlare di eccentrico, multicentrico, neoangiogenesi in questi ultimi mesi....ma solo per capire qualcosina in più...anche perchè giovedì dovrebbero essere pronte le risposte. P.S. mia mamma è stata operata c/o l'Azienda Ospedaliera S.Andrea di Roma, dicono sia un'ottimo centro per la senologia..Lei ne sa nulla? Grazie di cuore
[#14] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
eccoci qui...allora, adesso abbiamo tutto
materiale accettato
A - Quadrantectomia centrale superiore
B - Ampliamento mediale
DESCRIZIONE MACROSCOPICA:
a)quadrantectomia centrale mammella sinistra contrassegnata mediante reperi che indicanoi versanti "areolare, esterno e laterale" delle dim.di 12X7, 5X1,5cm rivestito da losagna di cute delle dimensioni 7x2 cm
Al taglio si osserva tessuto compatto, duro-elastico, disomogeneo, che dal polo areolare si estende per circa 3,5 cm. A 4,5 cm dal polo aereolare, a ridosso del MRL, è presente una formazione neonodularema a margini sfumati, di consistenza dura e colorito brunastro del diametro di 8mm.
1-3) polo areolare, chinato TI
4-10)prelievi successivi ai precedenti sul tessuto compatto descritto verso la neof
11-13) neof
22) tessuto successivo alla neof.
b) allargamento mediale con repere indica la superfice laterale a contatto con il quadrante asportato-frammento di tessuto di 4x3x1cm
14-22 TI china verde superficie con repere - china gialla superfice opposta al repere.
DIAGNOSI:
Carcinoma di tipo duttale infiltrante ben differenziato della mammella, esteso a ridosso del MRL, caratterizzato da discreta reazione desmoplastica ed elastotica, microcalcificazioni ed una componente neoplastica intraduttale prevalentemente cribriforme.
Carcinoma intraduttale, anche riferibile a diffusione, si osserva nel polo areolare compreso nella quadrantectomia, ove si estende ad un mm circa dal MRA chinato, nel tessuto compatto descritto verso il polo areolare, ove si estende ad 1mm circa dal MRL e nell'allargamento invato a parte ove si porta a ridosso del versante opposto a quello contrassegnato.

Si osservano inoltre imamgini di atapia a singole cellule di alcune unità terminali
Si descrivono infine atrofia ghiandolare, metaplasia apocrina, formazioni cistiche ed occasionali microcalcificazioni intraluminali

ajcc 2010 pT1b pN0(I-)(SN)(ref.5367/10) pMX STADIO IA G1

DIAGNOSI:
Recettore per l'Estrogeno (clone 1D5)
Percentuale di cellule positive: >90

Recettore di Progesterone (clone PgR 636)
Percentuale di cellule positive: 90

Indice di Proliferazione: (clone MIB-1)
Percentuale di cellule positive: 8

p53( clone DO-7)
Percentuale di cellule positive: neg.

c-erbB2/neu (definito con colorazione immunoistochimica con anticorpo policlonale c-erbB-2DAKO): negativo
Positività di membranadebole e discontinua in una percentuale di cellule superiore al 10% (+1)

spero di aver trascritto tutto correttamente...cosa ne pensate...grazie di cuore come sempre per il vostro operato.
[#15] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le confermo la risposta (con ulteriori fattori prognostici in pù) che Le avevo dato al post #6

>>dalla storia che ci ha raccontato, abbiamo diversi elementi per alimentare un cauto ottimismo.>>>
[#16] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera, qui per informarvi sulla terapia post operatoria....29 sedute di radioterapia le è stato prescritto il femara da 5 mg per 5 anni...ecografia epatica e scintigrafia ossea sono negative e i prossimi controlli dovrà sostenerli a novembre...cosa ne pensate? In più due domande...ora ha un raffreddore che potrebbe far pensare ad una polmonite dovuta dalla radioterapia almeno così c'era stato detto...vorrei sapere se medicinali tipo fluibron clenil fatti per aereosol oppure il vicks pomata o spray possono in qualche modo disturbare la terapia ed infine...quali attività sportive può fare per contrastare gli effetti collaterali del femara? Soltanto per farmi un'idea. Grazie di tutto
[#17] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Chiedo scusa...ma non è più attivo questo servizio?
[#18] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Certo che è attivo, ma non si può certo replicare anche in caso di un raffreddore. Una volta per tutte con il suo oncologo dovrebbe discutere su quali farmaci potrebbero interferire con la terapia neodiuvante. In caso contrario riceveremmo centinaia di richieste anche per il mal di testa o cattiva digestione.

Il suo oncologo dovrebbe chiarire >>Prenda in caso di necessità ciò che vuole, salvo....ecc>>

E se non lo fa lui dovrebbe chiederlo Lei.
[#19] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
Immagino che le richiste siano molte, e mi scuso se sono stato inopportuno...era solo per avere un suo parere visto che ha seguito anche questa cosa dal principio...era comunque inteso che avrei chiesto al Professore che segue mia mamma. Grazie di tutto.
[#20] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Forse mi sono espresso male. Va chiarito una volta per tutte quali possono essere le eventuali interferenze con il farmaco che assume per non doversi ritrovare ogni volta dinnazi allo stesso problema anche per affezioni banalissime.