Utente 154XXX
Buonasera. Circa da novembre scorso (2009) da quando ho avuto un'influenza con nausea e febbre quasi a 38°C, mi capita di avere, prima saltuariamente ora praticamente tutte le sere, una febbricola sui 37/37.3°C. Ho cominciato a misurarla quando sentivo stanchezza particolare, bruciore agli occhi, lieve stordimento, per accertare che ciò sentivo aveva un riscontro concreto. L'anno corso mi è stato diagnosticato struma, ormoni tiroidei nella norma, e noduli tiroidei (risultati benigni all'ago aspirato). Avendo riferito all'endocrinologo una seria stanchezza e depressione (che attribuivo ad un inesistente ipotiroidismo) ho fatto alcuni esami bioumorali da cui si è accertata (marzo 2010) una gammapatia monoclonale di significato indeterminato (0.32 g/dl IgG con catene leggere tipo lambda, beta2globuline < alla norma, proteine totali inferiori alla norma, oltre a un volume globulare medio appena più alto della norma, giudicato non importante dall'ematologo anche alla luce di ulteriore controllo per folati e vit. B12 risultati normali). Ora faccio il follow up da un ematologo che mi ha prescritto il controllo a giugno con verifica tra l'altro anche per epatite B e C. Ora è possibile che questa febbricola abbia a che fare con la MGUS (non ho perdita di peso, ma ho avuto sudorazione notturna) o con lo struma? O con eventuale epatite? preciso che VES e transaminasi sono nella norma. Oppure si tratta solo di stanchezza vera e propria? Infatti nei tre gg di vacanze di Pasqua ho potuto dormire un paio d'ore tutti i pomeriggi e la febbricola non c'era (o almeno non la sentivo) per ripresentarsi dopo un pao di giorni ieri sera. Grazie e saluti
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poichè è in cura da un ematologo provi a ripostare in specialità EMATOLOGIA o per alcuni dettagli che ha elencato anche in specialiatà MEDICINA DI LABORATORIO