Utente 154XXX
spettabili dottori, a seguito di una operazione di appendicite ho fatto un ecografia di controllo, gia che c'ero mi sono fatto dare una controllata alla prostata, le cui dimensioni sono le seguenti
diametro trasversale 44,5 mm
diametro longitudinale 34,1 mm
diametro anteriore e posteriore 27,9
prostata omogenea, non presenti calcificazioni.
spaventato dal diametro sono andato a fare una spermocoltura risultata negativa, leucociti assenti emazie assenti e sono andao da un urologo
il quale mi ha detto che la prostata e' sanissima e normale.
premetto che sono completamente asintomatico, la mia eta e' di 37 anni e sono alto 193 cm peso 90 kg.
leggendo su interenet ho trovato molti dati diversi sulle dimesioni prostatiche.
la mia domada e' la mia prostata e' ipertrofica oppure normale per l'eta che ho
grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quella è una prostata grandicella, che va controllata de manu da esperto collega, la consit4enza è molto importante. Di qua le posso suggerire di evitare piccanti, grassi, caffè, thè ed alcoolici e fumo.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

oltre alle considerazione fatte dal collega Cavallini alla sua domanda le ricordo che, con oscillazioni di 0,5 cm in più o in meno, le misure dei diametri prostatici ritenute normali sono di 3,5 cm per il diametro longitudinale, di 3 cm per quello trasversale e di 2,5 cm per il diametro antero-posteriore, infine il peso della ghiandola può variare dai 15 ai 20 grammi.

Infine, se desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=110778

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

le misurazioni ecografiche devono essere interpretate con un certo margine di imprecisione. La prostata comincia ad aumentare di volume dopo i 35-40 anni circa quello che è importante e da valutare sono gli influssi che l'eventuale aumento volumetrico prostatico possano avere sulla minzione.
Quindi un "ingrossamento" della prostata non deve essere motivo di allarme. Generalmente si consiglia a tutti i maschi di cominciare a controllare la prostata dopo i 50 anni, lei , magari, cominci prima a farsi vedere da uno specialista
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

mi sembra che lei sia stato già valutato da un urologo il quale le ha già indicato le sue considerazioni cliniche finali che mi sembrano condivisibili e quindi le suggerisco di seguirle.

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2010
buon giorno, sono stato da un urologo che mia ha visitato e non mi ha trovato nulla di anomalo, volevo sapere quanto cresce generalmente una prostata in un anno?
queste dimensioni che ho potrebbero crearmi delle complicazioni a livello sessuale? attualmente sto benissimo.
e' vero che la diagnosi di ipertrofia viene fatta in base ai sintomi ostruttivi e non in base al volume della prostata?
cosa si intende pel luts

vi ringrazio in anticipo
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

LUTS è l'acronimo, cioè la "siglia", dall'inglese Lower Urinary Tract Symptoms, cioè indica i sintomi ostruttivi legati ad un problema prostatico.

Non ci sono crescite in generale ed annuali per la prostata , non è un vegetale!
L'aumento del volume della ghiandola è sempre legato a molteplici fattori, tutti da valutare in diretta e sempre con il suo urologo.

Si legga, se non ancora fatto, l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito ed ora visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore

la vista urologica dovrebbe lasciarla sostanzialmente tranquilla, comunque l'aumento di volume della prostata è molto variabile e non determina alcuna conseguenza sulla funzione sessuale
Si goda le sue esperienze e non cerchi di "medicalizzare" troppo i fenomeni fisici
cari saluti