Utente 141XXX
Salve.
Ho 30 anni, e in seguito a dei problemini avuti in questi ultimi 3 mesi alle tonsille, ho fatto anche un controllo cardiologico.
All'ecg c'era un lieve clik, ed all'ecocardio mi hanno riscontrato un lieve prolasso mitrale con lieve insufficienza.

La mia domanda è questa: ho fatto altri controlli negli anni passati tra cui anche un ecocardio transesofageo per un problema avuto in gravidanza (l'ho fatto 5 anni fa quest'ultimo) e non mi hanno riscontrato niente!!
E' possibile che sia una cosa congenita (anche mio padre ne è "portatore") e me la ritrovano solo adesso alla veneranda età dei 30 anni???
O può essere in qualche modo legato alla patologia tonsillare? (Per dare un breve quadro: in età adulta ho iniziato a soffrire di tonsilliti 1 o 2 volte l'anno massimo, ma negli ultimi 4 mesi ho avuto 4 episodi acuti con i relativi Streptococchi trovati nei tamponi, ed ora causa TAS sempre elevato e febbricola persistente sto facendo una cura di 4 mesi con diaminocillina).

In qualunque caso, l'insufficienza mitralica tende necessariamente a progredire ?

Nel frattempo ringrazio della cortese attenzione.
Un cordiale saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
gentile utente , il prolasso della mitrale è una patologia frequente, determinata da un'alterazione congenita (spesso su base ereditaria) del tessuto della valvola. Può determinare negli anni un malfunzionamento (insufficienza) della valvola, di grado variabile. Per questo motivo è bene eseguire un ecocardiogramma di controllo ogni 6-24 mesi (è il cardiologo che suggerisce la giusta tempistica) per valutare se il vizio valvolare peggiora.
Non ci sono dati certi sulla progressione della malattia. Non è detto che lei tra 10 anni debba essere operato, tanto per essere chiari. Ma è corretto dire che il prolasso della mitrale è di per sè una malattia in genere peggiorativa e comunque predispone ad un malfunzionamento della valvola.
Il prolasso mitralico non è legato alle infezioni tonsillari da streptococco.
Si tenga sotto controllo da un cardiologo.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la cortese risposta.

A dirla tutta, non mi hanno indicato nessun controllo da fare negli anni, anche perchè la visita era fatta + che altro per escludere endocardite, dato le tonsille che mi ritrovo e i relativi problemi che mi stanno dando.
Solo la profilassi antibiotica nel corso di eventuali interventi.

In ogni caso, non ho mai avuto sintomi particolari e faccio sport in maniera discontinua, ma ho visto che non vi sono controidicazioni nemmeno per quello agonistico, per cui rimango tranquilla.

La ringrazio ancora per la cortesia.
Un cordiale saluto.