Utente 154XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni che ha da poco avuto il primo rapporto sessuale. La cosa che mi preoccupa è che mentre con la masturbazione associata alla visione di filmati o foto "eccitanti" sono sempre riuscito a venire, durante questo mio primo rapporto invece non c'è stato verso. Io e la mia ragazza siamo andati avanti per quasi un'ora, provando diverse posizioni, ma mentre lei è venuta io ero solo stanco. Anzi devo dire che ho paura di avere una qualche insensibilità al pene in quanto mentre lo facevamo quasi non sentivo nulla, spesso non riuscivo nemmeno a capire quando ero dentro e quando fuori...
Dopo il rapporto ha provato anche lei a toccarmi ma non è servito a niente nemmeno quello. Quali sono le cause possibili? So che può essere un fattore psicologico, ma devo dire in verotà che durante il rapporto io ero davvero tranquillissimo: prima ero un po' nervoso ma la mia ragazza stata davvero brava a mettermi a mio agio...quindi non so...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,e' presto per giudicare,essendo al primo rapporto coitale... l'esperienza dimostrera' che il sesso e' pieno di novita'...,non necessariamente
riconducibili ad uno stato particolare.Di piu' da questa postazione mediatica,non e' possibile ipotizzare.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro giovane lettore,

queste difficoltà ad eiaculare ai primi rapporti nei giovani maschi non sono poi così rare e strane e generalmente sono proprio legate a problemi psicologici, comportamentali che possono anche essere "autosuperati" ma non bisogna mai escludere a priori alcune problematiche, soprattutto di tipo neurourologico.

Ultima osservazione che le faccio è che comunque non basta essere tranquilli ed avere una partner collaborante ed intelligente per dire che non ci sono problemi psicologici.

Come spesso ripeto da questo sito, vista anche la sua giovane età, approfitti di questo "disturbo", per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalla sua compagna e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Nell'attesa di incontarre il suo andrologo di fiducia, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=81914

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile e giovane lettore,come hanno già esaustivamente risposto i colleghi andrologi, lei dovrebbe consultare il suo andrologo di riferimento.
Per quanto riguarda il suo disturbo,è veramente precoce poterlo inquadrare in una categoria diagnostica( anorgasmia , anedonia..)
L'eiaculazione provata e procurata in solitudine non è comparabile con quella "relazionale", i meccanismi mentali ed emozionali, sono differenti.
Anche se la sua fidanzata è stata brava e comprensiva, inseguire l'orgasmo coitale, spesso equivale a fare esclusivamente ginnastica amorosa, estenuante e faticosa, ma soprattutto inutile.
L'ambiente "vaginale", è un grande contenitore di ansie e paure, spesso non coscienti.
Dopo la visita andrologica e, qualche altra esperienza sessuale, dovesse perpetuarsi la difficoltà, consulti un sessuologo clinico, per qualche colloquio di counselling psico-sessuologico, che l'aiuterà anche ad investigare il suo immaginario erotico.
Auguri.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ci tenga comunque aggiornati sui suoi futuri passi per capire la sua attuale situazione, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.