Utente 360XXX
Vi sottoporrei questo spermiogramma da paura: ormai sono quasi 2 anni che tentiamo di concepire un figlio senza risultati (anche nelle occasioni in cui ci siamo 'piu' impegnati' abbiamo solo riscontrato un ritardo del ciclo -solitamente un 'orologio'-).
E' una situazione irreversibile?
probabilmente non sara' un'informazione utile, ma nei giorni di 'astinenza' (circa 4gg) ho ricevuto parecchi 'stimoli' tali pero' da non arrivare all' eiaculazione.
Grazie in anticipo per il vostro supporto!

Liquefaz. (entro 1h) lenta
Colore giallastro
Viscosita' anormale
Volume 4 cc
pH 7.6
Conc. spermat. (mil./cc) 45
N. tot. spermat. (mil) 180

Motilita' dopo 60 min.
progress. rapida 0%
progress. lenta 38%
Non progress. 36%
Immobili 26%
Motilita' dopo 120 min.
progress. rapida 0%
progress. lenta 41%
Non progress. 32%
Immobili 27%

Vitalita' dopo 60 min vivi 82%

Morfologia
normali 17%
anormali 83% (anomal. testa 78% -anomal. tratto intermedio 2% - anomalie coda 3%- Residui citoplasmatici 0%)

Cell. rotonde 1 mil/cc
Leucociti 0
igG MAR TEST negativo


Grazie ancora!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
è assolutamente consigliabile che Lei consulti un andrologo
per cercare di individuare le cause che possono essere
responsabili delle alterazioni riscontrate.
Solo in questo modo, conoscendo cioè le cause che determinano le
alterazioni, si potrà dare una risposta alla sua leggittima
domanda circa la reversibilità delle stesse.
Se consulta il sito della S.I.A. (Società Italiana di Andrologia)
( www.andrologiaitaliana.it )
troverà un elenco degli Andrologi distinto per Regioni che operano
in strutture pubbliche e private.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Innanzi tutto vorrei ringraziare il dottore per la sollecita risposta (ed il prezioso consiglio, che seguiro' senza alcun dubbio). Nell' ANSIOSA attesa mi piacerebbe avere una chiave di lettura dei dati (che nella mia ignoranza mi paiono abbastanza oscuri...).
Mi sembra che ad alcuni dati positivi (pochi) si alternino dati veramente sconfortanti (molti)...Logicamente senza avere la pretesa di una diagnosi con cosi' pochi dati.
Grazie ancora per il supporto che date alle persone che vivono momenti un po' 'agitati'...
[#3] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Concordo col collega che mi ha preceduto ed aggiungo che in ogni caso non è un esame disastroso e che andrebbe per correttezza diagnostica ripetuto dopo 4-6 mesi.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#4] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Ringraziando entrambi i dottori per la cortesia e professionalità, segnalo che inizierò una 'terapia' a base di arginina (a cui far seguire spermiogramma fra qualche mese). A questo proposito : l'assunzione di arginina puo' modificare/influenzare gli esami del sangue?Soprattutto livello di colesterolo HDL e LDL, che dovrei controllare a breve, avendo lo un po' alto....Inoltre: sono sconsigliabili eventuali donazioni di sangue?
Grazie ancora!

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
stia tranquillo; un trattamento con Arginina , essendo un aminoacido, non modifica i livelli di colesterolo o delle sue frazioni in modo significativo. Può inoltre donare senza problemi il suo sangue. Ritornando poi al suo quadro seminale , se posso commentarlo , questo non giustifica la sua infertilità di due anni. Bisogna a questo punto, per non perdere troppo tempo ( a proposito quanti anni ha sua moglie?) fare una attenta valutazione anche di tutte le vostre problematiche di coppie e "femminili". A questo punto è quindi bene consultare un esperto patologo della riproduzione umana.
Se posso infine darle un altro consiglio, visti i problemi da lei sollevati e per avere un confronto su questi argomenti con altre persone che hanno il suo stesso problema, può anche andare al forum "infertilità" nel sito: www.madreprovetta.org.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

[#6] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dottore per le delucidazioni. Da quanto ho capito sarebbe meglio per togliere qualsiasi dubbio che anche mia moglie (35 anni) faccia una visita ginecologica approfondita (anche se una visita 'standard' era gia' stata fatta in precedenza).

La ringrazio ancora e la saluto cordialmente.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' proprio così. Mi tenga comunque informato degli sviluppi.
Di nuovo un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
www.andrologiamedica.org
[#8] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Scusatemi, sono di nuovo a chiedere... 'lumi'. Essendo in attesa a breve (fra un paio di giorni) di ecocolordoppler scrotale (per eliminare il dubbio "varicocele"), posso comunque inziare una cura (per 6 giorni) con FANS ( OXAPROZIN ) senza che interferisca sugli esiti dell'esame?
Tra l'altro fra un mese circa dovrei ripetere spermiogramma e fare esami per dosaggi ormonali: OXAPROZIN puo' influire su questi?
Ne approfitto anche per chiedervi che esami non invasivi consigliereste come inizio per mia moglie (in attesa della visita ginecologica già prenotata).
Grazie ancora per il vostro servizio, assolutamente utile sotto tutti gli aspetti!
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
l'Oxaprozin è un agente antinfiammatorio non-steroideo (appunto un FANS) non ha particolari effetti indesiderati o collaterali segnalati sulla spermatogenesi ma chiaramente bene non fa ma se bisogna prenderlo.... Certo l'Oxaprozin non interferisce sull'indagine con ecocolordoppler per diagnosticare un varicocele. Per la signora invece il consiglio è quello di fare prima una valutazione ginecologica sarà poi lo specialista ,che la valuterà, a darle tutte le indicazioni diagnostico-terapeutiche opportune.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org