Utente 111XXX
salve dottori. vi scrivo per la seguente situazione: una dozzina di anni fa ricevetti una gomitata sulla mandibiola sinistra. Qualche hanno fa questa ha cominciato a "scattare" ogni qualvolta sbadigliavo, o mangiavo un panino o comunque aprivo la bocca un po più del normale. fino a qualche hanno non mi dava particolare problemi, era più che altro fastidioso il suono che sentivo nell'orecchio che mi dava fastidio. Ebbene un paio d'anni fa la situazione ha cominciato pèeggiorare: al classico "tac"della mandibola e comparso il dolore, ho fatto iraggi è mi è stat diagnosticata una sublussazione mandibolare calcificata male, praticamente la botta che avevo ricevuto qualche anno fa aveva fatto un danno.
Attualmente la faccenda è peggiorata ulteriormente, perchè sento molto dolore nel punto interessato, quando poi si blocca la mascella per poi scattare il ruoreche sentivo prima si ripercuote nel'orecchio in maniera più forte, lasciando il fischio nel timpano per quasi un minuto.
Come devo fare?
grazie dell'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
quanto Lei descrive è una tipica sintomatologia disfunzionale cranio-mandibolare.
E' opportuna, prima di tutto, una valutazione odontoiatrica che definisca le eventuali indicazioni per un trattamento conservativo.
Qualora questa sia stata già effettuata, è allora indicata una consulenza chirurgica maxillo-facciale, per valutare indicazioni a metodiche più o meno invasive.
Ne parli anche con il Suo Medico di Medicina generale.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La prima valutazione deve essere fatta da un dentista specializzato nelle disfunzioni dell'Articolazione Temporo-Mandibolare (gnatologo), non da un dentista comune.

In seconda istanza se, come probabile, lo gnatologo lo riterrà opportuno, dovrà essere visto anche da un chirurgo maxillo-facciale, vista la natura traumatica del suo problema.
[#3] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
grazie dottor, nel caso dovessi operearmi potreste descrivermi le modalità dell'operazione?