Utente 361XXX
Premetto che è ormai da un anno e due mesi che stiamo cercando (invano) un bambino. otto mesi fa abbiamo iniziato a cercare eventuali cause dei nostri (in)successi, e da un primo esame TPC sulla compatibilità di coppia è emerso un problema di motilità degli spermatozoi maschili. Problema poi diagnosticato e confermato da una visita specialistica andrologica e da un esame spermiogrammatico. Il varicocele è stato classificato come IV grado sarteschi al testicolo sin, mentre lo spermiogramma ha evidenziato i seguenti risultati:
Volume 4.2 ml
N. spermatozoi/ml 30.600.000
Motilità 5%
Grado A 1%
Grado B 3%
Grado C+D 96%
Forme normali 6%
Anomalie alla testa 85%
Anomalie del collo 6%
Anomalie nella coda 3%
Conclusioni diagnostiche: tutto nella norma eccetto motiliità (astenospermia) e moroflogia (teratospermia).
Visto che il concepimento è il nostro obiettivo primario, a mio marito è stata prescritta una cura a mezzo di vaso-dilatatore (trental 600) che, dopo un secondo esame TPC, secondo il parere del ginecologo ha notevolmente migliorato la situazione.
Dopo 3 cicli, visto che il bambino continuava a non arrivare, il ginecologo ha prescritto a me una cura di Clomid e Gonasi con monitoraggio ecografico dell’ovulazione e rapporti mirati.
Ora sono al terzo ciclo di ormoni e secondo il ginecologo a questo punto anch’io ho dei problemi e mi ha consigliato un’operazione alle tube per valutare se ci sono ostruzioni ed eventualmente intervenire subito.
Il ginecologo continua ad insistere che il quadro clinico di mio marito non è negativo e che non può essere la causa dei nostri problemi di concepimento, mentre a noi questi esami paiono disastrosi e così ci ha fatto capire anche l’andrologo.
Il nostro buon senso ci direbbe di affrontare l’operazione di mio marito prima e poi ritentare con rapporti mirati ed eventualmente solo in un secondo tempo ricorrere all’operazione alle tube.
Il dubbio che abbiamo questo: ma con il quadro clinico di mio marito vi è la possibilità che io rimanga incinta o comunque anche con cure ormonali è molto scarsa?
Perché non vorremo continuare ad ingerire porcherie che non servono oltretutto a niente!
Grazie in anticipo...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara signora,
ma che cosa le ha detto esattamente l'andrologo che avete consultato riguardo ad un eventuale intervento di correzione chirurgica del varicoccele? Quanti anni ha suo marito? Altro aspetto che non trovo chiaramente spiegato nella sua lettera è la reale situazione delle sue tube . C'è o non c'è un problema ostruttivo o dovete ancora fare le valutazione eco o isterosalpingografiche?
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
concordo con il collega, per dare un parere è necessario avere notizie più precise
[#3] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2007
Mio marito ha 33 anni ed io 31 e l'andrologo sostiene che il varicocele di mio marito deve essere operato e noi siamo d'accordo sull'intervento.
Abbiamo concluso tutti gli esami di routine e a giorni prenoteremo l'intervento.
Per quanto riguarda le mie tube non ho ancora fatto esami in merito; il mio ginecologo supponce che ci siano dei problemi per il semplice fatto che dopo 3 cicli di Clomid e Gonasi con monitoraggio ecografico e rapporti mirati mentre mio marito assumeva Trental, non siamo riusciti a raggiungere il concepimento.
Quello che vorremo capire è se con il quadro clinico di mio marito allo stato attuale è possibile ottenere una gravidanza, ammesso che io non abbia problemi, o come ci ha fatto capire l'andrologo è altamente improbabile, nel qual caso sarebbe inutile fare un'operazione alle tube ora, ma attendere che la situazione di mio marito migliori dopo l'intervento di varicocele...
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

a mio modesto parere, il liquido seminale di suo marito, così come illustrato, ha bassissime possibilità di fecondare anche una donna che stia perfettamente bene.
Segua il consiglio dello specialista cercando di migliorare le condizione del liquido seminale.
Cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Si tratta di un quadro seminale piuttosto scarso, per cui a parte ripetere l'esame per puro controllo e verifica di confrma, sarebeb opportuno consultare un buon andrologo che magari si appoggi ad un centro specializzato in fecondazione assistita.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
solo il collega che ha potuto valutarla direttamente può dire veramente come sta il suo quadro clinico complessivo ed impostare la successiva terapia comunque, se desidera avere più informazioni su queste tematiche e quindi essere più consapevole delle strategie terapeutiche che le sono state proposte, può anche leggere il facile manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano", CIC edizioni internazionali, Roma.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo anch'io con quanto detto da chi mi ha preceduto
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
se desidera avere ,vista il suo problema , avere altri suggerimenti e soprattutto confrontarsi con altre persone che hanno lo stesso problema , può anche andare sul forum "infertilità" al sito : www.madreprovetta.org.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.