Utente 155XXX
è ormai da anni che ho questo problema: con il freddo geloni ai piedi e con il caldo (anche d'inverno se il riscaldamento è troppo alto per es.)le vene delle mani e dei piedi si gonfiano notevolmente provocando fastidio e il senso di gonfiore è tale che devo tenerle alzate per alleviarlo, è molto visibile. ho fatto solo una visita specialistica qualche anno fa da cui non si evinceva nulla di rilevante, mentre il mio medico curante mi prescrive i soliti ed inutili pagliativi come i medicinali per rinforzare vene e capillari, a proposito di questi ultimi ne ho diversi visibili sulle gambe.
che cosa posso fare? (c'è da considerare che sono una ragazza di 23 anni e peso 45 kg)

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
si tratta con ogni probabilità di un costituzionale disturbo benigno della regolazione del tono delle sue pareti venose, che si lasciano dilatare eccessivamente da quelli che sono in realtà stimoli fisiologici.
Ciò non riveste in realtà significato francamente patologico e solo nel caso si accompagni a manifestazioni cliniche rilevanti (effettivo edema delle estremità) potrebbe richiedere un ulteriore approfondimento diagnostico ed eventuale terapia farmacologica con farmaci che aumentino in tono delle pareti venose: si tratta tuttavia di farmaci non privi di qualche effetto collaterale e non somministrabili per periodi prolungati.

Il problema dei capillari (teleangectasie) riveste tutt'altra problematica e per essa la rimando alla nostra sezione MinForma:
http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-vascolare-e-angiologia/97-eliminare-capillari-teleangectasie.html
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio vivamente della risposta tempestiva, comunque devo dedurre che non ci sono rimedi alla problematica? (fortunatamente non ho mai riscontrato alcun edema)