Utente 148XXX
Buongiorno
Sono una ragazza di 23 anni.
Peso 51 altezza 1.63
Questa notte alle 3 mi sono svegliata con un fortissimo dolore vicino allo sterno verso sinistra (all'altezza del cuore per intenderci). Il dolore è come una fitta, sorda e pulsante. Si accentua quando da seduta mi piego in avanti e quando mi sdraio sul letto e quando compio qualsiasi movimento. Non so se è un dolore muscolare o scheletrico, non mi è mai capitata una cosa simile. Se provo a premere la zona non sento nulla. Ho anche mal di testa.
Ora sono le 4 e mezza ma il dolore continua, non è mai andato via.
Secondo lei è il caso di andare dal medico?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Un controllo dal medico mi sembra giustificato, anche se i sintomi che descrive indirizzano come prima ipotesi diagnostica verso un reflusso gastroesofageo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2015
Alla fine sono andata al pronto soccorso. L'elettrocardiogramma andava bene, solo le pulsazioni erano veloci. Gli esami del sangue nella norma tranne un lieve aumento di leuocociti a amilasi.

Non sono rimasta contenta del servizio, mi parlavano come se fossi una demente.. quello che mi ha preso il sangue mi ha provocato un livido perchè non riusciva a trovare la vena.
Inoltre mi facevano domande stupide del tipo: cosa stai guardando? Cosa fai nella vita? Sei minorenne? Sei fidanzata, sposata, hai figli? ecc..

Alla fine mi hanno dato una flebo, mi hanno tenuta lì per un'ora e mi hanno riportata a casa.
Senza dirmi nulla di quello che mi è successo.

Io il dolore ce l'ho ancora e non è diminuito.
Porterò pazienza.

La saluto e ringrazio per la risposta.