Utente 155XXX
buongiorno, mio padre è stato sottoposto ad un'operazione di ernia inguinale bilaterale mercoledì scorso con la classica tecnica dell'incisione a V e con anestesia spinale, consigliata anche perchè ha pressione alta.Il giovedì mattino è stato dimesso perchè gli esami e le visite erano tutte nella norma.Però è da quel momento che si è accorto che quando cammina si presenta un forte bruciore ai nervi che vanno dall'inguine a tutto il giro coscia. Il dolore dei tagli è andato via via diminuendo, invece questo bruciore non passa anzi sembra aumentare, volendo spiegazioni siamo tornati in ospedale ma non si è molto risposto alle nostre domande, ci hanno solo detto che a volte siccome i nervi "rompono" si tagliano, con la possibilità che poi un punto li prenda dentro, o si bruciano.Mio papà è molto preoccupato, volevo chiedere se questo bruciore col tempo passa e se il tempo è molt lungo ed inoltre volevo sapere se c'è qualcosa che si può fare che lo faccia passare più in fretta. Vi ringrazio preventivamente della risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
mi sembra assolutamente presto per poter parlare di "nevralgia persistente" post-ernioplastica: siamo, se ho capito bene, in terza giornata post-operatoria !

E' possibile invece che i sintomi lamentati rientrino in un regolare decorso post-operatorio, non ancora stabilizzato.
Qualora dovessero risultare fastidiosi possono essere agevolmente trattai mediante comuni analgesici, sotto il controllo del Medico Curante.
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la sua valutazione ed un grande grazie da mio padre che ha ricevuto dalla sua risposta un briciolo di speranza sul buon esito dell'operazione.