Utente 155XXX
Ho da circa una settimana il seguente problema: tutte le mattine mi sveglio con un leggero formicolio al piede dx e quando inizio a camminare sento delle piccole "punture" (come pizzicotti) alla vena della gamba dx. Per intenderci la parte di vena interessata è quella che parte da dietro il ginocchio, "gira" intorno al polpaccio lato stinco, e poi va dritta verso il piede passando dietro (perdoni la spiegazione grossolana) . Ho queste punture più che altro nel punto sopra il polpaccio e sotto di esso. Tali dolori permangono se inizio a camminare poi dopo 2-3 km non ho più punture dolorose ma sento che il problema persiste. La vena in questione inoltre e poco più visibile (blu) della simmetrica nell'altra gamba , non è rilevata (la pelle è liscia) ma è più dura al tatto (sento chiaramente il tubicino). La pelle è di colore normale e per il resto la gamba è uguale alla sinistra (sana). Ho notato inoltre che questo problema si riduce di poco dopo i pasti e che è molto legato alla postura che assumo; le maggiori variazioni le percepisco quando passo da posizioni di sdraiato/seduto alla posizione eretta e quando mi fermo dopo una lunga camminata: in quest'ultimo caso sento proprio che l'intero tratto di vena "vibra" . Cosa può essere ? (ovviamente appena posso andrò dal medico).

ps: ho 28 anni sono alto 190 80kg no fumo/alcol/... sport: lunghe camminate e corsa.

Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
per quanto la descrizione che fa di quanto osserva su se stesso orienterebbe verso un sospetto di flebite ("sento chiaramente il tubicino"), la sede, il tipo di sensazione e le modalità in cui si presenta non possono fare escludere una irradiazione di tipo nevritico (n. sciaticopopliteo esterno).
Si tratta ovviamente di due cose molto diverse che non è possibile valutare a distanza.
Un controllo del Medico Curante sarà certamente in grado di dirimere il dubbio ed avviarla, se necessario, agli accertamenti più opportuni.