Utente 155XXX
Salve, mia madre ha 66 anni, per la seconda volta è stata colpita da infezione dovuta al catetere del peacemaker.La prima volta le hanno ripulito la sacca. Questa volta hanno deciso di rimuovere radicalmente il catetere per poi reinstallare il peacemaker dall'altra parte(parte del cuore). volevo sapere i margini di rischio dell'intervento precisando che è portatrice di peacemaker da 22 anni.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Mi pare che sia corretta e inevitabile la decisione di rimuovere il PM e di impiantarla dalla parte opposta. Ovviamente il rischio di infezione esiste per qualunque procedura. Sarebbe propriosfortunata se avesse per la terza volta un problema infettivo. Da valutare se sua madre non abbia problemi di immunodepressione.

Saluti